Mercoledì, 30 settembre 2020 - ore 12.12

Federconsumatori Il caso Banca Popolare di Bari

La vicenda che vede protagonista la Banca Popolare di Bari ha dell’incredibile. L’elemento più sorprendente e inaccettabile è tutto il tempo trascorso senza che nessuno si decidesse ad intervenire.

| Scritto da Redazione
Federconsumatori Il caso Banca Popolare di Bari

Federconsumatori Il caso Banca Popolare di Bari

La vicenda che vede protagonista la Banca Popolare di Bari ha dell’incredibile. L’elemento più sorprendente e inaccettabile è tutto il tempo trascorso senza che nessuno si decidesse ad intervenire.

Sono oltre cinque anni che la Federconsumatori porta avanti iniziative, denunce pubbliche ed esposti alla Consob e alla Banca d'Italia per false comunicazioni sociali, per falso in prospetto, falso in bilancio e “scavalcati”.

Abbiamo anche inviato una lettera aperta al Ministro dell’Economia, al Governatore della Banca d’Italia e al Presidente della Consob, in data 5 Settembre 2017, per denunciare come la Federconsumatori di Bari avesse segnalato alle autorità competenti e alla Magistratura la gravissima situazione in cui versava la Banca Popolare di Bari, a causa della cattiva gestione e della condotta poco trasparente della stessa, che hanno causato consistenti perdite ai risparmiatori.

Sono rimaste inascoltate le nostre richieste di interventi straordinari per mettere in sicurezza il più grande istituto di credito del Mezzogiorno, il cui fallimento avrebbe conseguenze insostenibili non solo per le famiglie dei risparmiatori, ma per l’intero tessuto sociale ed economico del Centro-Sud Italia.

A maggior ragione dopo quanto accaduto con le esperienze delle crisi nel sistema bancario (quattro Banche e Istituti veneti), le istituzioni avrebbero potuto agire diversamente e invece si sono ridotte ad un intervento emergenziale, che infoltirà le fila dei numerosi risparmiatori traditi dal sistema bancario.

 “Quello che è avvenuto non ha fatto altro che aggiungere un ulteriore tassello alla allarmante situazione di sfiducia che i cittadini nutrono verso il sistema bancario.” – afferma Emilio Viafora, Presidente Federconsumatori. – “Una tendenza del tutto controproducente e dannosa, specialmente in una fase delicata in cui proprio il sistema bancario dovrebbe rendersi protagonista dello sviluppo del Paese.” Federconsumatori, come da anni sta facendo, continuerà a seguire con estrema attenzione la vicenda e metterà in campo tutte le forme di assistenza utili a tutelare i risparmiatori.

Le nostre sedi sono a disposizione dei cittadini che volessero ricevere informazioni tempestive ed aggiornate Come sempre Federconsumatori Milano, in un’ottica di informazione e assistenza al cittadino, invita tutti gli utenti in difficoltà, a rivolgersi presso le nostre sedi, contattando il numero telefonico 02-60830081, oppure inviando una mail all’indirizzo di posta elettronica sportello@federconsumatori.milano.it

Milano 16 dicembre 2019

 

818 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online