Lunedì, 18 novembre 2019 - ore 07.02

Federico Bianchi Pittore e Scultore nuova mostra di Arte Vetrina a Piadena

Federico Bianchi, cremonese, è un artista difficile da catalogare secondo le consuete categorie artistiche; è scultore ( abbiamo apprezzato le sue galline) e pittore di animali vivi, pulsanti ma non solo: qui sono presenti opere su ambienti di lavoro

| Scritto da Redazione
Federico Bianchi  Pittore e Scultore nuova mostra di Arte Vetrina a Piadena Federico Bianchi  Pittore e Scultore nuova mostra di Arte Vetrina a Piadena Federico Bianchi  Pittore e Scultore nuova mostra di Arte Vetrina a Piadena

Federico Bianchi  Pittore e Scultore nuova mostra di Arte Vetrina a Piadena

Federico Bianchi, cremonese, è un artista difficile da catalogare secondo le consuete categorie artistiche; è scultore ( abbiamo apprezzato le sue galline) e pittore di animali vivi, pulsanti ma non solo: qui sono presenti opere  su ambienti di lavoro ( le rotative del quotidiano “La Provincia” e il magazzino di una tipografia cremonese, la Fantigrafica) e ampi scorci di città, a dimostrazione di una abilità tecnica e di una versatilità di soggetti rappresentati che fanno di Federico Bianchi uno dei pittori contemporanei più interessanti. sa trattare indifferentemente soggetti umili o raffinati, eleganti o reali, agili o complessi, con mano sicura e cosciente, esprimendo una  straordinaria sensibilità per tutto ciò che è naturale, vivo e reale…”

E’ interessante leggere quanto Federico Bianchi scrive di sé stesso:

“L'arte mi ha quasi sempre preceduto nella vita. Mi sembrava di essere re Mida. Ogni cosa che facevo, che indossavo, cessava di avere una funzione pratica per diventare artistica. Me ne sono accorto da poco tempo. All'inizio vivevo questo fatto come una condanna, poi ho cominciato a sfruttarlo per fare arte. La vedo dappertutto, ma non mi disturba più come prima. Mi sono diplomato al conservatorio a ventiquattro anni. Dieci anni passati sul pianoforte senza mai divertirmi veramente. Da allora non ho più voluto saperne di suonare quella roba. Ma soprattutto di suonare a quel modo, con quel sistema. Dopo il diploma mi sono messo a praticare le arti marziali giapponesi e cinesi (intanto per restare in tema di arte). Almeno mi muovevo con tutto il corpo. Qui è nata la mia passione per la gestualità. Ho iniziato a dipingere da autodidatta. Ora sono più di venti anni che dipingo. Però non ho potuto non sperimentare anche altri canali. Così ho imparato a costruire e suonare il didjeridoo (grazie anche a Moreno Papi e a Paride Russo) e lo shakuhachi. Mi sono divertito a costruire boomerang (quasi un'ossessione: ne ho costruiti circa cinquecento). Ogni tanto faccio della scultura….Cerco di fare di tutto, non scarto quasi nulla. Voglio imparare da tutto…L'arte è totale.”

Federico Bianchi Pittore e Scultore  Cremona

mail:   bianchifederic@fastpiu.it

cell. 331 834 5241

Opere esposte:

 (sinistra) “Rotative de La Provincia”       olio su tavola,   100x150cm. 2010

(fondo)    “Roma” olio su tavola,   100x14cm.    2016             

(destra)   “Fantigrafica Cremona” olio su tavola,   100x150cm.  2010                                              

(davanti   “Soresina” olio su tavola,  48x60cm.   2017   sinistra)                                             

(a terra)   “Piazza del Popolo- Roma”olio su tavola,   50x150cm.     2016        

                  

2514 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online