Lunedì, 17 giugno 2019 - ore 05.20

Finalmente risolto il problema per i frontalieri considerati fuori fascia.

ll CSIR Ticino- Lombardia-Piemonte e il CSIR Grigione- Sondrio collaborando in modo stretto con i politici del territorio di confine, in modo marcato con il Sen. Del Barba, raggiungono l’obiettivo d’avere, da parte dell’agenzia delle entrate italiana, un chiarimento definitivo in merito alla figura del frontalieri entro fascia e al concetto dei 20km dal confine.

| Scritto da Redazione
Finalmente risolto il problema per i frontalieri considerati fuori fascia.

Finalmente risolto il problema per i frontalieri considerati fuori fascia.

ll CSIR Ticino- Lombardia-Piemonte e il CSIR Grigione- Sondrio collaborando in modo stretto con i politici del territorio di confine, in modo marcato con il Sen. Del Barba, raggiungono l’obiettivo d’avere, da parte dell’agenzia delle entrate italiana, un chiarimento definitivo in merito alla figura del frontalieri entro fascia e al concetto dei 20km dal confine.

Chiarezza è fatta, specialmente per quei lavoratori che l’agenzia delle entrate di Sondrio ( ingiustamente) voleva equiparare ai frontalieri fuori fascia (fuori dai 20km).

Nello specifico, la risoluzione 30E del 28.03.2017 emanata su nostre sollecitazioni, chiarisce come l’accordo sulla doppia imposizione tra Italia e Svizzera relativamente ai confini con i Cantoni Ticino, Lombardia e Piemonte non è la distanza dal posto di lavoro (es. abito a Samolaco e lavoro a Lugano) ma la distanza lineare dal confine. “Sei distante 20km dal confine e lavori in uno dei tre cantoni citati , bene, allora sarai assoggettato al sistema delle doppia imposizione (il famoso accordo del 1974) e non dovrai essere assoggettato al sistema di tassazione ordinaria”.

Un chiarimento voluto, cercato e oggi concretizzatosi.

Una buona notizia, per quelle centinaia di frontalieri che non si vedevano riconosciuto lo status e che quotidianamente si recano in Svizzera per lavoro.

Il Presidente del CSIR Ticino-Lombardia-Piemonte

Alessandro Tarpini

Como 29 marzo 2017

865 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online