Giovedì, 23 maggio 2019 - ore 18.51

Frontalieri, tassa d’entrata. Guerra e Braga (PD): ‘Stop a queste provocazioni’

I parlamentari comaschi del Partito Democratico: «Qualcuno avvisi la Lega dei Ticinesi che le sue insolenti provocazioni hanno stancato»

| Scritto da Redazione
Frontalieri, tassa d’entrata. Guerra e Braga (PD): ‘Stop a queste provocazioni’

«La Lega dei Ticinesi, con le sue assurde provocazioni, ha francamente stancato. Ma davvero alcuni suoi esponenti non hanno politicamente niente di meglio da fare che attaccare sempre e costantemente in maniera discriminatoria e insolente, i lavoratori frontalieri italiani, ben sapendo che l’economia del Canton Ticino si basa proprio sul loro importante lavoro? Qualcuno li avvisi, se non se ne fossero ancora accorti, dei veri problemi economici, finanziari e sociali, anche a livello globale, che rischiano di relegare ogni singolo Stato all’angolo dello scenario europeo e internazionale. Incognite e sfide che siamo chiamati ad affrontare con una certa dose di ragionevolezza e intelligenza che sempre più la Lega dei Ticinesi sembra aver smarrito, speriamo non definitivamente»: è questo il breve commento rilasciato dai due parlamentari comaschi del Partito Democratico, Chiara Braga e Mauro Guerra, a seguito dell’ennesima azione provocatoria della Lega dei Ticinesi pronta a imporre una tassa d’entrata alle migliaia di lavoratori frontalieri che ogni giorno varcano il confine svizzero.

736 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria