Mercoledì, 08 aprile 2020 - ore 04.14

Franco Bordo (Democratici Progressisti): 'Associazione Allevatori Cremona commissariata. Perché?'

Il Deputato presenta un’interrogazione parlamentare: «Il commissariamento appare ingiustificato agli occhi degli allevatori»

| Scritto da Redazione
Franco Bordo (Democratici Progressisti): 'Associazione Allevatori Cremona commissariata. Perché?'

Franco Bordo (Democratici Progressisti): 'Associazione Allevatori Cremona commissariata. Perché?'

Il Deputato presenta un’interrogazione parlamentare: «Il commissariamento appare ingiustificato agli occhi degli allevatori»

«L’Associazione Provinciale Allevatori di Cremona risulta commissariata da parte dell’Associazione nazionale, a pochi giorni dall’assemblea dei soci che avrebbe dovuto eleggere, il 12 maggio, il nuovo Consiglio di Amministrazione e approvare il bilancio di esercizio del 2016. Sulla stampa locale si ricostruisce ed espone la vicenda in merito al commissariamento dell’Apa di Cremona»: così Franco Bordo, Deputato di Articolo Uno - Movimento Democratico Progressista.

«Il citato commissariamento appare immotivato dal punto di vista economico. Apa Cremona, infatti, nonostante la riduzione dei fondi pubblici – che annualmente, attraverso il Dipartimento delle Politiche Europee e Internazionali e dello Sviluppo Rurale, vengono ripartiti da parte del Mipaaf alle Associazioni di Allevatori –, risulta solida dal punto di vista patrimoniale. Dalla stampa emerge che, nonostante la riduzione di finanziamenti pubblici, Apa avrebbe mantenuto un bilancio di previsione in attivo, attraverso un taglio consistente al budget», aggiunge il parlamentare. «L’improvvisa notifica del commissariamento risulta inviata via mail alle ore 23:58 del 19 aprile scorso, mentre già la mattina successiva i due commissari erano già operativi nella struttura».

«L’istituto del commissariamento è un atto straordinario che, per essere attivato, presuppone gravi inadempienze da parte del soggetto interessato», si avvia a concludere Bordo. «Il Ministero, visti i finanziamenti pubblici erogati al comparto dell’allevamento e direttamente all’Associazione Italiana Allevatori, è a conoscenza di questo commissariamento? Se sì, quali sono le motivazioni che hanno portato a tale atto, che, agli occhi degli allevatori cremonesi, appare del tutto ingiustificato?».

622 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online