Giovedì, 29 settembre 2022 - ore 03.47

GAS: LA RUSSIA SI ESPANDE IN VIETNAM

| Scritto da Redazione
GAS: LA RUSSIA SI ESPANDE IN VIETNAM

Il monopolista statale del greggio russo Rosneft ha firmato un Memorandum di Intesa con il colosso vietnamita PetroVietnam. Il tentativo di Mosca di contrastare gli USA in Asia.
Il rafforzamento della presenza in Asia per contrastare gli Stati Uniti d'America. Nella giornata di venerdì, 17 Maggio, il monopolista statale russo del greggio Rosneft ha firmato un memorandum di intesa con il colosso vietnamita PetroVietnam.
Il documento, firmato a Sochi, prevede la cooperazione tra le due compagnie nel settore del greggio e del gas, sia in Vietnam che in Russia.
Come riportato da Natural Gas Asia, Mosca ha rafforzato la presenza nel mercato vietnamita con l'acquisizione da parte della compagnia russa TNK del 35% del Nam Con Son, un gasdotto realizzato per trasportare gas al terminale Dinh Co.
Sul piano politico, il Vietnam ha avviato trattative con la Russia per l'ingresso dell'Unione Doganale Eurasiatica: progetto di integrazione sovranazionale concepito da Mosca per consolidare il predominio geopolitico del Cremlino nello spazio ex-sovietico.
Lo stretto rapporto con il Vietnam rientra nei piani geopolitici della Russia per contrastare gli Stati Uniti d'America in Asia.
Con l'avvio dello sfruttamento del gas shale, gli USA, non appena il Dipartimento all'Energia darà il via libera richiesto, diventeranno il principale esportatore di gas nel mercato asiatico, in particolare in Corea del Sud, India, Singapore e Taiwan.
Questi Paesi hanno già siglato con compagnie statunitensi pre-accordi per l'importazione di shale liquefatto dagli USA.
La Rivoluzione Shale nel Mondo e in Asia
Lo shale è un gas estratto in rocce porose poste a bassa profondità mediante sofisticate tecniche di fracking ad oggi operate solo in Nordamerica.
In Europa, lo shale USA è oggi importato solo dalla Gran Bretagna, mentre Germania e Spagna hanno firmato pre-accordi per l'importazione di gas non-convenzionale statunitense.
Avvio alla ricerca ed allo sfruttamento di shale in Europa è stato dato da Polonia, Gran Bretagna, Germania, Lituania, Romania, Slovacchia, Paesi Bassi e Spagna, mentre Francia e Bulgaria hanno posto una moratoria.

Matteo Cazzulani
Freelance Journalist
m.cazzulani@gazeta.pl
http://matteocazzulani.wordpress.com
http://matteocazzulaniinternational.wordpress.com

18.5.13

898 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria