Sabato, 15 maggio 2021 - ore 19.55

I Grillini cremaschi e la doppia morale di Emanuele Coti Zelati

La chiarezza e la trasparenza sono valori assolutamente fondamentali in politica e per questo abbiamo sempre cercato di tradurli in realtà poiché, altrimenti, rischiano di restare vuoti proclami utili solo ad un po’ di campagna popolare.

| Scritto da Redazione
I Grillini cremaschi e la doppia morale di Emanuele Coti Zelati

I Grillini cremaschi e la doppia morale di Emanuele Coti Zelati

La chiarezza e la trasparenza sono valori assolutamente fondamentali in politica e per questo abbiamo sempre cercato di tradurli in realtà poiché, altrimenti, rischiano di restare vuoti proclami utili solo ad un po’ di campagna popolare.

In questo senso, gli slogan dei grillini sono stati uno stimolo. Ma cosa succede se il Movimento 5 Stelle si limita solo ad urlare tali principi da qualche palco e poi, nella pratica, non solo non li attua ma addirittura li disattende facendo l’esatto contrario? Accade che i grillini perdono totalmente credibilità, cessano la loro funzione politica, deludono i loro elettori e, per quanto conta, anche chi scrive.

Non è tollerabile infatti vederli lanciare accuse (infondate) su qualsiasi tema per poi scoprire, con un misto di rammarico, delusione e rabbia, che sulle questioni che li riguardano direttamente si adeguano alla peggior prassi politica che a parole, e solo con quelle, dicono di voler combattere.

E’ il caso infatti del consigliere comunale grillino Carlo Cattaneo che, fattosi eleggere dalla minoranza come membro della Pro Loco della nostra città, si è “scordato” di avvisare che  era contemporaneamente candidato al Servizio Civile proprio presso la medesima Pro Loco (mansione che, fra l’altro, prevede una retribuzione mensile).

E’ un fatto che indica la poca trasparenza dell’operato del Consigliere e della forza politica a cui afferisce: un vero e proprio conflitto di interessi.

A questo punto viene da chiedersi se le forze di minoranza che l’hanno votato ed eletto erano a conoscenza di quanto sopra perché, se così fosse, si sono rese anch’esse compartecipi di un atto di pessima politica; in caso contrario il cons. Cattaneo ha tradito anche la loro fiducia (oltre a quella di tutto il resto del Consiglio Comunale) dimostrando, purtroppo, una doppia morale politica che rischia di minare le basi di uno schietto confronto democratico.

dott. Emanuele Coti Zelati Capogruppo de La Sinistra

876 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online