Sabato, 21 settembre 2019 - ore 19.27

I numeri dell’aeroporto Marconi di Bologna

I dati sono ulteriormente peggiorati l’estate scorsa: se paragoniamo di nuovo l’estate del 2010 con quella del 2016 notiamo che i movimenti complessivi sono stati pressocchè gli stessi, da 209 a 210 di media giornaliera fra decolli e atterraggi.

| Scritto da Redazione
I numeri dell’aeroporto Marconi di Bologna

Noto che, ultimamente, sia su pagine a pagamento sia con interviste, la Sab, gestore dell’aeroporto Marconi di Bologna, dà parecchia enfasi al fatto che dal 2010 al 2015 di fronte all’aumento dei passeggeri sia diminuito il numero dei movimenti aerei. In effetti se nel 2010 sono stati registrati 68.000 movimenti nel 2015 ne sono stati registrati 64.000. Peccato, però, che del ristoro non abbiano potuto usufruire proprio gli abitanti del Navile. Infatti i movimenti su Bologna sono passati da 22.000 a 25.000, ovvero dal 32% del totale al 41%. Vero che sono calati i rumorosissimi decolli, ma sono aumentati in modo più che proporzionale gli atterraggi consentendo, così, alla centralina di Pescarola di rimanere sempre sotto i fatidici 65 decibel ma confermando, ancora una volta, che la legge antirumore del 1997 è ampiamente obsoleta e non riesce più a quantificare attendibilmente l’annoyance di residenti, lavoratori, studenti ed ospiti di strutture sanitarie, abbondantemente presenti sul territorio.

I dati sono ulteriormente peggiorati l’estate scorsa: se paragoniamo di nuovo l’estate del 2010 con quella del 2016 notiamo che i movimenti complessivi sono stati pressocchè gli stessi, da 209 a 210 di media giornaliera fra decolli e atterraggi. Però se sul cielo di Bologna sono diminuiti, lievemente, i decolli, da 68 a 62, sono aumentati oltremisura gli atterraggi, da 5 a 27, vanificando ogni possibile ristoro dovuto al montaggio del Sistema di atterraggio strumentale (Ils) anche verso est, anzi peggiorando la situazione complessiva da 73 a 95.  Se poi si tiene conto dei picchi giornalieri di 143 movimenti, tipo 21 luglio, dei voli notturni che interrompono il sonno e degli sciami orari che impediscono la normale socialità sarà più facile capire le ragioni della protesta del Comitato per la Compatibilità Aeroporto-Città di Bologna e delle richieste fatte nella petizione agli Enti Locali.

Paolo Serra ( Bologna)

 

882 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online