Martedì, 23 ottobre 2018 - ore 04.37

Il disagio profondo dei cittadini che abitano nel quartiere Cascinetto è arrivato al limite di Mariella Laudadio (Cremona)

Gentile sig. Direttore ,musica ad alto volume fino alle prime ore dell’alba, per due o tre giorni di seguito, disprezzo delle più elementari regole della convivenza e, quel che è peggio, delle norme di legge che impongono dei limiti sia al rumore che agli orari in cui si può esagerare con la musica.

| Scritto da Redazione
Il disagio profondo dei cittadini che abitano nel quartiere Cascinetto è arrivato al limite di Mariella Laudadio (Cremona)

Il disagio profondo dei cittadini che abitano nel quartiere Cascinetto è arrivato al limite di Mariella Laudadio (Cremona)

Gentile sig. Direttore ,musica ad alto volume fino alle prime ore dell’alba, per due o tre giorni di seguito, disprezzo delle più elementari regole della convivenza e, quel che è peggio, delle norme di legge che impongono dei limiti sia al rumore che agli orari in cui si può esagerare con la musica.

Chi abita lì attorno si sente impotente ed abbandonato? Certamente.

Prendere a bersaglio il sindaco e l’amministrazione sembra la cosa più facile, ma è la più sbagliata.

In realtà chi deve intervenire, in questo caso particolare, sono le forze dell’ordine: si violano delle regole? Si suona senza permessi? Ci si accampa dove fa comodo? Che la Questura trovi i rimedi.

Conoscendo i soggetti in questione, capisco che non sia facile farli ragionare e chiedere loro rispetto per chi ha diritto di dormire. E allora?

Credo che la cosa più logica sia chiedere al signor Questore che si faccia finalmente carico del problema ed agisca con severità e fermezza. Non ci possono essere, nella nostra città, sacche di impunità e gente che può fare quello che vuole sulla pelle degli altri.

Il sindaco non può fare nulla: già da due anni non ha rinnovato il contratto di locazione agli occupanti del centro sociale, esattamente come aveva promesso; il resto, date le circostanze, spetta alla Polizia di Stato.

E stupisce che un politico ed amministratore esperto, come il signor Ventura, tenti di scaricare le colpe della situazione sul sindaco e sull’amministrazione, ben conoscendo la situazione, che è poi la stessa sperimentata e non risolta dall’amministrazione precedente di cui egli stesso era parte. Non voglio pensare che il suo sia un attacco strumentale, che sia già cominciata la campagna elettorale, anche se il sospetto si fa strada: “Cremona città degradata dal centro alla periferia”? Suvvìa, siamo seri!

Mariella Laudadio (Cremona)

457 visite

Articoli correlati