Lunedì, 15 ottobre 2018 - ore 22.56

Il PSE “omaggia “il PD cambiando ufficialmente nome: PSE - Socialists&Democrats.

| Scritto da Redazione
Il PSE “omaggia “il PD cambiando ufficialmente nome: PSE - Socialists&Democrats.

Il PSE “omaggia “il PD cambiando ufficialmente nome: PSE - Socialists&Democrats.
Martin Schultz è stato proclamato ufficialmente candidato del PSE alla presidenza della Commissione Europea. L’assemblea del Partito Socialista Europeo lo ha indicato a larghissima maggioranza: 368 sì, 2 no, 34 astensioni.
Matteo Renzi ha parlato per circa dieci minuti alla platea del Congresso del PSE. Ha fatto un discorso prevalentemente in italiano, ma ci sono stati alcuni incisi in inglese. Dopo aver citato le sue nonne che hanno visto i loro mariti combattere contro altri cittadini europei, esperienza ora per fortuna così lontana, il premier italiano ha riassunto ai politici europei le linee guida del suo governo. Ha poi concluso citando Kennedy (a cui è intitolata la piazza del centro congressi dell’EUR) e la sua sfida alla Luna negli anni ‘60. Per Renzi la “Luna ” dell’Europa è la cancellazione della sperequazione tra speranze dei cittadini e realtà. Renzi ha insistito sul ruolo della cultura per lo sviluppo dell’Italia e dell’Europa tutta. Molta enfasi è stata posta sul tema del sostegno all’edilizia scolastica che il governo ha posto al centro della sua agenda. Renzi ha poi sterzato in una digressione storica sul primato di Firenze nel Rinascimento, garantito, secondo l’ex-sindaco, dagli investimenti che le banche dell’epoca fecero nell’arte e nell’abbellimento della città, unico modo per garantire un futuro alle giovani generazioni.

Il PD entra nel PSE

Al palazzo dei congressi di Roma si conclude oggi il congresso del Partito Socialista Europeo in vista delle elezioni dell’Unione previste per maggio. Il titolo dell’incontro è “Towards a new Europe” (”verso una nuova Europa”, non particolarmente fantasioso) e vede gli interventi di tutti i maggiori leader socialdemocratici europei.

Per il PD si tratta di un appuntamento molto importante, per lo meno a livello simbolico: il partito guidato da Renzi entra ufficialmente nel Partito Socialista Europeo. Il PSE propone oggi formalmente Martin Schultz, attuale presidente del Parlamento Europeo, come presidente della Commissione, che per la prima volta viene scelto dagli elettori.

L’adesione al PSE era in discussione da tempo per il PD, ma data la concomitanza di eventi nella politica interna italiana, è l’ex sindaco di Firenze, da molti accusato di essere troppo “centrista”, a portare il partito in una formazione continentale orientata, seppur moderatamente, a sinistra.

Il PSE “omaggia “il PD cambiando ufficialmente nome: PSE - Socialists&Democrats.

L’arrivo di Pierluigi Bersani è stato salutato da una grande ovazione. L’ex segretario del PD ha definito quella di oggi una “giornata storica”.

Fonte: http://www.polisblog.it/

2014-03-02

1985 visite

Articoli della stessa categoria