Mercoledì, 11 dicembre 2019 - ore 08.54

INCIDENTE PIOLTELLO: ONLIT, INCIDENTE CAUSATO DA CARENZE MANUTENTIVE ED ORGANIZZATIVE DI RFI di Dario Balotta

Le cause del tragico incidente di Pioltello sono da ricercare nel sistema di gestione e di organizzazione della manutenzione della rete, che non riesce a reggere le sollecitazioni agli impianti derivanti dal traffico di merci e pendolari

| Scritto da Redazione
INCIDENTE PIOLTELLO: ONLIT, INCIDENTE CAUSATO DA CARENZE MANUTENTIVE ED ORGANIZZATIVE DI RFI di Dario Balotta

INCIDENTE PIOLTELLO: ONLIT, INCIDENTE CAUSATO DA CARENZE MANUTENTIVE ED ORGANIZZATIVE DI RFI di Dario Balotta

Le cause del tragico incidente di Pioltello sono da ricercare nel sistema di gestione e di organizzazione della manutenzione della rete, che non riesce a reggere le sollecitazioni agli impianti derivanti dal traffico di merci e pendolari.

Cosa che gli stessi periti della Magistratura hanno confermato. Su di essa intervengono apposite Unità Manutentive (nate recentemente da una riorganizzazione interna che si è rivelata inefficace) che hanno una determinata area di competenza. L’unità operativa che doveva sovraintendere su Pioltello era da tempo gestita ad interim, cioè il capo Unità aveva due aree a cui badare. Da una parte la carenza degli organici (per i sindacati mancano almeno 150 ferrovieri in Lombardia), dall’altra tra il personale in servizio quasi il 30% non ha le abilitazioni necessarie. La formazione professionale (rete, impianti elettrici ecc) è inadeguata, mancano anche i formatori delle scuole professionali. I tempi e gli spazi per la manutenzione sulle reti più trafficate come nel caso di Pioltello sono sempre più stretti e la rapidità d’intervento diventa strategica. Le innovazioni tecniche apportate nella manutenzione  non sarebbero applicabili proprio per carenze organizzative. l'Agenzia della sicurezza ferroviaria nazionale aveva riscontrato, un mese prima dell'incidente, un certo allentamento dei meccanismi manutentivi sulla rete ferroviaria. Alla magistratura spetterà poi di individuare eventuali responsabili. Ma ciò che appare certo è che il modello organizzativo va rivisto e perfezionato. E' da escludere la carenza di risorse trasferite a RFI visti che il gruppo FS da alcuni anni chiude il bilancio in attivo e gode di generosi sussidi pubblici.

DARIO BALOTTA, PRESIDENTE OSSERVATORIO NAZIONALE LIBERALIZZAZIONI INFRASTRUTTURE E TRASPORTI MILANO 25 GENNAIO 2019 O.N.L.I.T. -

394 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online