Mercoledì, 25 maggio 2022 - ore 15.29

INSEDIATO IL COMITATO SCIENTIFICO DELL’ATS DELLA VAL PADANA CR-MN

PER LE ATTIVITA’ DI RICERCA IN EPIDEMIOLOGIA AMBIENTALE

| Scritto da Redazione
INSEDIATO IL COMITATO SCIENTIFICO DELL’ATS DELLA VAL PADANA CR-MN

INSEDIATO IL COMITATO SCIENTIFICO DELL’ATS DELLA VAL PADANA CR-MN

PER LE ATTIVITA’ DI RICERCA IN EPIDEMIOLOGIA AMBIENTALE

Venerdì 15 ottobre si è insediato il Comitato Scientifico che la Direzione Generale dell’ATS della Val Padana ha istituito ad hoc, a supporto dell’attività di ricerca dell’Agenzia in epidemiologia ambientale.

Si tratta di un pool di esperti di estrazione universitaria e della sanità pubblica lombarda, riconosciuti a livello nazionale ed internazionale per le loro competenze nel settore, che garantiranno supervisione e supporto nella conduzione degli studi promossi dall’ATS sulla relazione tra fattori di rischio ambientali e stato di salute (disegno, analisi, interpretazione dei risultati, ecc.).

Del Comitato fanno parte il professor Marco Vinceti, il dottor Alessandro Marcon, il dottor Antonio Russo ed il dottor Alberto Zucchi.

INSEDIAMENTO E PRIMA SEDUTA DEL COMITATO SCIENTIFICO: 15 OTTOBRE 2021

Contestualmente all’insediamento, si è svolta la prima seduta di lavoro del Comitato, che aveva all’Ordine del Giorno l’indagine epidemiologica nel cremonese.

Il Comitato ha valutato con attenzione il protocollo redatto a suo tempo dal gruppo coordinato dal dr. Paolo Ricci, allora Direttore dell’Osservatorio Epidemiologico dell’ATS della Val Padana, ritenendolo molto articolato per quanto riguarda gli spunti di ricerca, ancorché ambizioso in relazione alla disponibilità effettiva di dati storici sulle emissioni e sulla possibilità di caratterizzare in modo ottimale il profilo di rischio ambientale dei residenti. Il Comitato ha convenuto che il protocollo necessita ancora di integrazioni per quanto riguarda la definizione degli obiettivi e la loro declinazione in un piano analitico e operativo nell’indagine retrospettiva.

Questi aspetti rappresentano le aree sulle quali si condenseranno gli sforzi in questa fase dello studio. In particolare, l’ATS della Val Padana procederà, da una parte, al consolidamento dei dati relativi alle fonti emissive di interesse, al fine di elaborare le mappe di ricaduta; dall’altra, all’acquisizione dei dati satellitari di inquinamento, attraverso un percorso amministrativo dedicato, per una più completa ed affidabile mappatura del rischio ambientale. Tutte queste informazioni sono oggetto delle analisi di associazione tra l’esposizione e gli esiti sanitari di interesse.

A novembre si terrà un incontro con i Sindaci dei Comuni che hanno sottoscritto il protocollo d’intesa con ATS e con altri portatori di interesse, per un aggiornamento sullo stato di avanzamento del progetto e sulle prossime azioni previste.

Infine, l’ATS è ancora in attesa di ricevere riscontro, che si auspica positivo, da parte dell’Istituto Superiore di Sanità a cui è stata proposta (e già sollecitata) una convenzione per una collaborazione con il Dipartimento Ambiente e Salute per lo studio; tale riscontro era stato differito in attesa dell’insediamento del nuovo Direttore di Dipartimento avvenuto lo scorso mese di settembre.

Leggi tutto il documento

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

448 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online