Domenica, 29 novembre 2020 - ore 01.53

Italia Dati 27/10 Coronavirs 2° ondata : 21.994 nuovi casi in Italia, con oltre 174mila tamponi, 221 vittime

La lotta alla pandemia Coronavirus: Rezza: "Se aree fuori controllo lockdown sia automatico". Brusaferro: "Tracciamento non sostenibile, ora mitigazione"

| Scritto da Redazione
Italia Dati 27/10 Coronavirs 2° ondata : 21.994 nuovi casi in Italia, con oltre 174mila tamponi, 221 vittime

Italia Dati 27/10 Coronavirs 2° ondata : 21.994 nuovi casi in Italia, con oltre 174mila tamponi, 221 vittime

La lotta alla pandemia Coronavirus: Rezza: "Se aree fuori controllo lockdown sia automatico". Brusaferro: "Tracciamento non sostenibile, ora mitigazione"

Ancora in aumento i dati relativi al Covid in Italia. Si sono verificati nelle ultime 24 ore 21.994 nuovi casi in Italia, con oltre 174mila tamponi e 221 deceduti. Lo ha detto il Direttore Generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, durante un punto stampa. Ieri si erano registrati 17.012 nuovi casi, 141 decessi e 124.686 tamponi.

Rezza: "Se aree fuori controllo lockdown sia automatico" "È chiaro che quando la situazione sfugge completamente di mano in una determinata area il lockdown può essere preso in considerazione, anzi dovrebbe essere quasi un automatismo" ha aggiunto il Direttore Rezza. "Una chiusura a livello locale e limitata nel tempo - ha spiegato - potrebbe causare danni minori rispetto a non prendere determinate misure. Questo deve avvenire laddove si verifichi una situazione di insostenibilità e di sovraccarico delle strutture sanitarie tale da determinare la necessità di prendere quella misura. Se in qualche area si arriva al livello 4 di rischio potrebbe scattare anche in automatico". Sul tema dei lockdown territoriali si è espresso anche il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss), Silvio Brusaferro: "È un'opzione prevista, utile e transitoria, per raffreddare la velocità di crescita e riportarla entro numeri contenuti laddove ci siano condizioni che non si riesce a gestire". "L'incidenza di Covid sta crescendo e il Paese è coinvolto in tutte le sue regioni, in alcune delle quali l'incidenza di Covid è aumentata più che altrove", ha aggiunto Brusaferro. "Possiamo convivere col virus, ma in questa fase è importante evitare i rapporti non necessari per limitare la curva dei contagi".

Brusaferro: "Tracciamento non sostenibile, ora mitigazione" In tutte le regioni l'indice di contagio Rt è superiore a 1, aumenta il numero dei casi e le risorse fanno fatica a soddisfare il tracciamento: "sono numeri significativi e difficilmente sostenibili", per cui è necessario ricorrere alla mitigazione per riuscire a contenere la curva epidemica. Il senso di responsabilità, ha aggiunto Brusaferro, è un altro strumento cruciale per riuscire a controllare la diffusione.

I dati di oggi  I ricoverati con sintomi in Italia sono complessivamente 13.955, rispetto a ieri un incremento di 958 casi. In terapia intensiva sono ricoverati 1.411 pazienti, 127 in più rispetto a ieri.  In isolamento domiciliare 239.724 persone, pari a 17.321 in più rispetto a ieri. Il totale degli attualmente positivi è di 255.090 con un incremento rispetto a ieri di 18.406 casi. Tra dimessi e guariti si contano 271.988 persone, in aumento di 3.362 unità. I deceduti sono 221 nelle ultime 24 ore per un totale nazionale di 37.700. I casi totali sono 564.778 (+21.994). I tamponi nelle ultime 24 ore sono stati 174.398 per un totale di 14.953.086.

280 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online