Domenica, 22 maggio 2022 - ore 11.58

L’Assessore regionale Rolfi visita gli allevamenti cremonesi

| Scritto da Redazione
L’Assessore regionale Rolfi visita gli allevamenti cremonesi

Un pomeriggio d’incontro con le aziende zootecniche del territorio cremonese, per parlare di piano di sviluppo rurale, energie rinnovabili, benessere animale, problematiche e prospettive di un settore che è fiore all’occhiello dell’agricoltura lombarda. E’ quanto hanno proposto il presidente di Coldiretti Cremona Paolo Voltini e il direttore Paola Bono all’assessore regionale all'Agricoltura, alimentazione e sistemi verdi Fabio Rolfi, nella ‘giornata cremonese’ vissuta martedì 22 giugno.

Accompagnato dai vertici di Coldiretti Cremona, l’assessore ha iniziato la visita a Vescovato, nell’azienda agricola Antonioli. Accolto dagli imprenditori Serena e Roberto Antonioli, Rolfi ha visitato un’azienda suinicola che alleva 500 scrofe a ciclo chiuso, con circa 7000 capi presenti. I suini sono destinati al circuito del Prosciutto di Parma.

“Negli anni sono stati compiuti interventi importanti in tema di benessere animale e tutela dell’ambiente – ha spiegato Serena Antonioli –.  Anche grazie al PSR, si è investito nello smaltimento dell’amianto, sostituito con 500 kilowatt di fotovoltaico”. L’azienda ha ottimizzato anche la gestione dell’acqua, ricorrendo ai pivot.

Dalla suinicoltura all’allevamento di vacche da latte, il percorso cremonese dell’assessore regionale ha fatto tappa a Pieve San Giacomo, presso la società agricola Pasquali Carlo, Marco, Nicola e Simone.  Un’azienda che alleva 270 vacche in mungitura, per un numero complessivo di 620 bovini. Distribuita su due sedi, a Pieve San Giacomo (dove sono presenti l’allevamento di vacche da latte, l’impianto a biogas e gli angus al pascolo) e Pescarolo (dove si allevano suini e avicoli), anche questa azienda ha valorizzato i finanziamenti del  PSR impiegandoli principalmente nell’introduzione del fotovoltaico, tarato sui consumi aziendali. Tra le particolarità, gli imprenditori agricoli hanno mostrato all’assessore l’allevamento di angus al pascolo e le stalle realizzate più recentemente, costruite con il sistema di stabulazione a compost barn, tecnica particolarmente utilizzata nel Nord America.

La presenza in terra cremonese dell’assessore Rolfi è quindi approdata a Stagno Lombardo, nella Cascina Lago Scuro della famiglia Grasselli. Un’azienda biologica e sostenibile, che dal ’93 fa parte del circuito delle aziende agrituristiche della Regione Lombardia. L’azienda alleva capi di bruna italiana, per produrre il latte utilizzato nel caseificio, e le galline “livornese”, bianche come le loro uova. Coltiva inoltre numerose varietà di frutta e verdura, e dal grano monococco produce il pane, il tutto nel rispetto e nei dettami dell’agricoltura biologica. Con questi ‘ingredienti’ la famiglia Grasselli ha quindi proposto all’assessore e ai dirigenti Coldiretti una serata nel segno della “cucina in Cascina”.

339 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria