Martedì, 28 maggio 2024 - ore 22.33

L'estate turistica cremonese è stata molto positiva

Lo rilevano i dati e le tendenze dell'Osservatorio Turistico

| Scritto da Redazione
L'estate turistica cremonese è stata molto positiva

L'estate turistica cremonese è stata molto positiva

Lo rilevano i dati e le tendenze dell'Osservatorio Turistico

L'Osservatorio del Turismo del Comune di Cremona, attivo dalla primavera 2023,  curato dal Servizio Turismo e dal Laboratorio Economico Locale dell'Università Cattolica di Piacenza, ha fatto una prima analisi dei dati ricavati dalle due piattaforme a cui è collegato: H-Benchmark, piattaforma che rileva le prenotazioni nelle strutture ricettive alberghiere, e Data Appeal, piattaforma che rileva le conversazioni pubblicate in rete dai visitatori della città e le prenotazioni delle OTA (Online Travel Agency), in sostanza le prenotazioni che i turisti effettuano con i portali di prenotazione (es. Booking e Airbnb). Sulle OTA viene venduta soprattutto l'offerta ricettiva extra alberghiera (B&B, alloggi turistici, case vacanze).

Tutti i dati rilevati sono positivi rispetto al 2022, che pur essendo un anno ancora di assestamento post-Covid, rappresenta un punto di riferimento significativo con il quale confrontarsi. In particolare, il sentiment (livello di soddisfazione dei visitatori e turisti ricavato dalle loro “tracce” online) della destinazione Cremona nei mesi giugno-agosto 2023 è del 85,2%, con un aumento dello 0,6% rispetto al 2022. Sentiment in crescita nonostante l'aumento dei turisti, tendenza che non è scontata, anzi, perché normalmente con l'aumento dei turisti e quindi della congestione dei servizi a loro rivolti, aumentano anche le recensioni negative sulla rete. Cremona registra invece un buonissimo 85,2% su 100, punteggio superiore di oltre 2 punti percentuali rispetto alla media nazionale di altre città d’arte.

Un altro elemento positivo riguarda l’andamento dei flussi. La destinazione Cremona è sostanzialmente “destagionalizzata”, registrando un indice seasonal balance del 78%, molto alto e in aumento del 5% rispetto al 2022. Questo è dovuto al fatto che sempre più turismo business e leisure si avvicendano e gli eventi fungono da spinta motivazionale rispetto all’attrattiva permanente della città e dei suoi attrattori culturali. Infine, si può affermare che, attualmente, la destinazione si stima abbia un’occupazione del 4% superiore ai primi 8 mesi dello scorso anno (+5% rispetto a luglio e un +3% su agosto 2022).

È pertanto ottimo lo stato di salute turistico della città e dei suoi attrattori, ma non ci si deve fermare su questi risultati perché alcuni indicatori vanno migliorati su alcuni fronti, che saranno oggetto della nuova strategia del turismo di Cremona già dal prossimo autunno. In particolare ci si concentrerà sul rafforzamento del turismo estero, di quello leisure, sulla trasformazione degli escursionisti in turisti che pernottano in città e sul territorio, sul miglioramento del livello dell’offerta per il comparto della ristorazione e, in generale, degli operatori turistici.

Analizzando più nel dettaglio i dati registrati dall'Osservatorio, si rileva che le prenotazioni estive sulle OTA sono inferiori rispetto al 2022, soprattutto ad agosto, nonostante una maggiore offerta che le strutture ricettive hanno immesso sul mercato. Questo aspetto è da mettere in parte in relazione alle temperature torride estive e, in parte, all’aumento delle tariffe sulle Online Travel Agency, che è passato da 83 € nel 2022 ai 96 € dell’estate 2023 (+14% medio).

Il mix della clientela dei mesi giugno-agosto 2023 vede il rafforzamento delle presenze straniere, con in testa la Francia, seguita dalla Germania soprattutto ad agosto, mentre a giugno e luglio i turisti provenienti dalla Gran Bretagna erano la prevalenza. Crescono i viaggiatori non singoli (famiglie e coppie) e, ad agosto, il turismo business viene avvicendato da quello leisure, attestandosi sul 64% dei turisti nelle strutture ricettive monitorate. Occorre comunque sottolineare come anche una quota consistente, seppur non quantificabile del turismo registrato come business, sia costituito dall’indotto dai numerosi eventi culturali, musicali e masterclass che si sono svolti tra giugno e luglio (ad esempio il Monteverdi Festival che ha fatto registrare il 90% di occupazione dell'offerta ricettiva).

Le stime rispetto ai prossimi mesi presentano dati positivi. L'evento fieristico Cremona Musica ha già portato ad una occupazione superiore all’80% della ricettività cremonese, seguita da altre specifiche date di inizio settembre e dagli eventi di ottobre come la Festa del Salame e il PetFestival. Le tariffe medie sulle OTA nei prossimi tre mesi rimarranno alte (96 € rispetto agli 89 € del 2022), rispecchiando un fenomeno inflattivo in linea tuttavia con quanto avvenuto in Italia ed altri paesi competitor.

 

Elaborazione: Servizio Turismo Cremona e Laboratorio LEL UniCattolica

Fonti: H-Benchmark e Data Appeal Company

Cremona, 2 settembre 2023

 

 

 

300 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online