Domenica, 13 giugno 2021 - ore 04.31

Le correnti nel PD non vanno bene , le idee diverse SI Giorgio Demicheli (CR)

Lo scrivente è per il dissenso, ma questo esercizio va svolto singolarmente

| Scritto da Redazione
Le correnti nel PD non vanno bene , le idee diverse SI Giorgio Demicheli (CR)

Le correnti nel PD non vanno bene , le idee diverse SI Giorgio Demicheli Cremona

Gentile direttore, ho avuto occasione di leggere sul giorno del 12 aprile la lettera firmata dal signor Teodoro Scalmani iscritto al circolo Pd di Romanengo, il quale congiuntamente agli iscritti del circolo stesso denuncia le correnti nel Pd come il male assoluto del partito e offre il suo appoggio a Letta affinché sciolga queste ultime, dato che servono solamente a cristallizzare le posizioni.

Ritengo l’appello lanciato dal signor Scalmani, ineccepibile e condivisibile, dal momento che le cosiddette aree di pensiero che caratterizzano il Pd non sono altro che forme di riposizionamento e di sopravvivenza dei vari dirigenti all’int er no del partito, con dissenso organizzato che di volta in volta ha delegittimato e defenestrato tutti i segretari nazionali eletti democraticamente attraverso le primarie.

Lo scrivente è per il dissenso, ma questo esercizio va svolto singolarmente e non deve assolutamente essere incardinato all’interno di nessuna corrente, visto che la storia dei partiti recita che le correnti sono sempre state il partito nel partito, quindi forme deleterie che hanno sempre bloccato l’az ione stessa del partito, per lo meno nel modo come è stato concepito nel Pd medesimo.

a anni denuncio questo sistema deleterio che ha di volta in volta fiaccato e prostrato i democratici nella loro azione politica, con dirigenti che sono stati selezionati in base alle compiacenze del capo locale e nazionale di turno, e mi chiedo, ma i signori del circolo di Romanengo, quando in questa rubrica, e nelle riunioni del Pd locale denunciavo questa grave anomalia, dov’erano? Capita a volte di essere fulminati sulla via di Damasco, però, in questo caso, la folgorazione è arrivata troppo in ritardo, quando il corpo del partito è ormai invaso da metastasi, che difficilmente il chirurgo Letta riuscirà ad eliminare. Giorgio Demicheli Cremona

217 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online