Lunedì, 06 dicembre 2021 - ore 16.58

Lenti a contatto per bambini. Perche' si', perche' no

| Scritto da Redazione
Lenti a contatto per bambini. Perche' si', perche' no

Roma, 7 Settembre 2012. Lenti a contatto per i bambini. Puo' essere una scelta che i genitori devono valutare attentamente e, come in molte scelte, ci sono aspetti negativi e positivi.
Le lenti a contatto offrono una migliore visualita' in caso di attivita' sportiva e per la guida, non si rompono come i tradizionali occhiali e possono migliorare la qualita' della visione in caso di miopia accentuata. Ci sono anche considerazioni estetiche da tener presente, alle quali tengono soprattutto le bambine.
Gli aspetti negativi comprendono le abrasioni e le infezioni, soprattutto per scarsa igiene. Secondo una indagine americana, riportata dalla rivista Pediatrics, circa un quarto dei soggetti analizzati e' dovuto ricorrere al pronto soccorso. Ecco alcuni consigli per evitare guai:
* Lavarsi sempre le mani prima di pulire o di applicare le lenti e asciugare con cura le mani con un panno pulito, privo di lanugine.
* Lavare e disinfettare le lenti a contatto solo con i prodotti e le soluzioni consigliate dal proprio specialista di fiducia.
* Evitare di tenere le lenti troppo a lungo.
* Non mettere mai una lente a contatto in un occhio che e' rosso.
* Non indossare le lenti di qualcun altro.
* Non ignorare prurito, bruciore, irritazione o rossore agli occhi che potrebbero segnalare una infezione. In tal caso rimuovere le lenti e rivolgersi al proprio specialista di fiducia.
* Applicare cosmetici dopo aver inserito le lenti, e rimuovere le lenti prima di togliere il trucco.
 
Primo Mastrantoni, segretario Aduc

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.it 
Ufficio stampa: Tel.055290606 – Email: ufficiostampa@aduc.it

1578 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria