Giovedì, 18 aprile 2024 - ore 18.06

L'Europa lotta contro l'Hiv.

| Scritto da Redazione
L'Europa lotta contro l'Hiv.

Appuntamenti europei per un grande tema: diritti umani e persone che vivono con l'Hiv. Il primo si è tenuto a Bruxelles, alla Commissione Europea, in questi giorni: "Right to health, right to life - High Level Meeting on HIV and Human Rights in the European Union and its neighbouring countries", organizzato da Commissione Europea e UNAIDS, con la partecipazione della community, impegnata nel chiedere il rinnovo dell'impegno europeo sulle politiche di contrasto a Hiv e Aids, in vista della scadenza del piano europeo 2009-2013. Report e impegni futuri.

Il 27 e 28 maggio a Bruxelles si è tenuto un Meeting di Alto Livello, organizzato congiuntamente da Commissione Europea e UNAIDS. Lo scopo dell'incontro è stato promuovere e proteggere i diritti umani e procedere verso "zero discriminazioni" in Europa e Paesi confinanti. ("Getting to zero" - zero nuove infezioni Hiv, zero morti Aids-correlate, zero discriminazioni - è lo slogan della strategia UNAIDS 2011/2015 internazionalmente adottato).

Obiettivi specifici del Meeting sono stati:

> Riaffermare e aggiornare gli impegni europei per promuovere e proteggere i diritti umani nella lotta contro Hiv e Aids

> Individuare i progressi fatti, le lacune e le sfide future

> Dare rilievo a evidenze e le buone pratiche

> Determinare i prossimi passi dell'Unione Europea, degli Stati membri, dei Paesi limitrofi e della Società civile nella protezione e promozione dei diritti umani in relazione all'Hiv in tutta la regione europea.

Per sollecitare l'Europa a un rinnovato impegno, la community ha presentato in occasione del Meeting di alto livello di Bruxelles, con largo anticipo, una "call for action", ovvero la "Call to the European Commission and EU leaders to re-affirm leadership and commitment on HIV/AIDS, both inside and outside of the EU, by approving a new Strategy and Action Plan on HIV/AIDS", sottoscritta finora da 200 stakeholders: associazioni, ong, istituzioni, agenzie e parlamentari europei. La Call è stata inviata ai presidenti Barroso e Van Rompuy, ai palamentari europei e altre figure di rilievo della Commissione Europea, con particolare attenzione a Tonio Borg, attuale commissario europeo per la salute e la politica dei consumatori, dato che né la Commissione europea né il commissario europeo per la salute e la politica dei consumatori si sono finora espressamente impegnati per lo sviluppo e l'adozione di una strategia aggiornata e di un piano di azione su Hiv/Aids e infezioni trasmissibili per il 2014-2020, e che stiamo per celebrare i dieci anni dalla Dichiarazione di Dublino, nel 2014.

La Lila è stata come sempre presente, nella persona di Lella Cosmaro, che dal 2011 è co-chair dell'Hiv/Aids Civil Society Forum, organo consultivo della Commissione Europea.

Per leggere tutto l’articolo clicca qui
http://www.lila.it/it/notizie/358-hiv-in-europe.html

1389 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

BRUXELLES\ aise\ L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA PREVENZIONE E LA CURA DEL CANCRO: 35 MILIONI DI EURO DALL’UE

BRUXELLES\ aise\ L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA PREVENZIONE E LA CURA DEL CANCRO: 35 MILIONI DI EURO DALL’UE

La Commissione europea ha aperto oggi, 9 luglio, un invito a presentare proposte, con uno stanziamento di 35 milioni di euro, a favore dello sviluppo dell’analisi delle immagini medicali per la diagnosi del cancro, basata sull’intelligenza artificiale, e di altri strumenti e tecniche di analisi per la prevenzione, la previsione e la cura delle forme più comuni di cancro.