Lunedì, 19 aprile 2021 - ore 04.15

Libreria Ponchielli Cremona Un’Ora Venedì 15 giugno Incontro con…..

Da un' idea di Giovanni Uggeri Microconferenze, letture, autobiografie, omaggi a, racconti, esperienze, ipotesi, visioni ORALITÀ, COMUNICAZIONE, CONDIVISIONE Venerdì 15 Giugno 2018 ore 18:00

| Scritto da Redazione
Libreria Ponchielli Cremona Un’Ora  Venedì 15 giugno  Incontro con…..

Libreria Ponchielli Cremona Un’Ora  Venedì 15 giugno  Incontro con…..

Da un' idea di Giovanni Uggeri Microconferenze, letture, autobiografie, omaggi a, racconti, esperienze, ipotesi, visioni ORALITÀ, COMUNICAZIONE, CONDIVISIONE Venerdì 15 Giugno 2018 ore 18:00

"Il mio Regno d'Oro. Racconto della città di Cremona  (1900- 1945)"  Lettura a cura di Francesca Miglioli

 e a seguire

"Questi fiori malati. Il cinema di Pedro Costa" di Michael Guarneri Intervistato da Michele Brugnoli, CineChaplin

***

"Il mio Regno d'Oro. Racconto della città di Cremona  (1900- 1945)"  di Maria Biselli a cura di Ughetta Usberti e Luigi Ghisleri   Lettura di Francesca Miglioli

Questo libro nasce da racconti attorno a un tavolo. Luigi ebbe l'idea, Ughetta lo trascrisse. I racconti erano la memoria di una città, memoria personale e collettiva di tante vie, le vecchie Porte, gli edifici e l'attenzione a tutti i volti affacciati,  che Maria Biselli  ha accumulato mentre attraversava Cremona, il Regno d'Oro, e che ha trattenuto fino al suo incontro con Luigi e Ughetta.

Il risultato è diventato un libro, di cui verranno letti alcuni momenti, nella scelta e nella voce di Francesca Miglioli.

Maria Biselli è nata a Cremona nel 1900 in una famiglia di forti tradizioni anarchiche e socialiste, e nel 1994 le è stata conferita una medaglia per il suo ruolo nella Resistenza.

Che cosa aveva fatto, in effetti, Maria nella sua vita, se non percorrere con buone e svelte gambe e occhi ben aperti le strade della sua città?

Ughetta Usberti

---------------

"Questi fiori malati. Il cinema di Pedro Costa" di Michael Guarneri

 Intervistato da Michele Brugnoli, CineChaplin

Da quasi trent'anni, il regista portoghese Pedro Costa (Lisbona, 1959) porta sullo schermo croncache di resistenza e di lotta quotidiana per la sopravvivenza ispirate al fotogiornalismo investigativo, ai western e ai film del terrore della Hollywood classica, alla rabbia giovanile del punk, alla poesia surrealista - racconti cinematografici di vite ai margini, storie di povertà, immigrazione e tossicodipendenza ambientate in una dimensione crepuscolare tra Capo Verde e la periferia lisboneta, al confine tra sogno, incubo e realtà.

Michael Guarneri è dottorando in storia del cinema italiano presso la Northumbria University (Newcastle upon Tyne), e collabora in qualità di critico cinematografico a riviste cartacee/online come Film Comment, MUBI Notebook, BOMB Magazine, débordements e La Furia Umana.

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

1262 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online