Lunedì, 03 agosto 2020 - ore 23.11

#LottaCoronaVirusItalia : Il calo continua 233.019 totali, 42.075 i malati , 33.415 deceduti e 157.507 guariti (31/05/20 ore 18)

Ci sono 5 regioni che comunicano zero nuovi contagiati: Umbria, Sardegna,Molise, Calabria e Basilicata. Calano in tutte le regioni, tranne in Umbria dove il numero resta invariato rispetto a ieri. 75 le vittime, in calo rispetto alle 111 di ieri.

| Scritto da Redazione
#LottaCoronaVirusItalia : Il calo continua 233.019 totali,  42.075 i malati , 33.415 deceduti e  157.507 guariti (31/05/20 ore 18) #LottaCoronaVirusItalia : Il calo continua 233.019 totali,  42.075 i malati , 33.415 deceduti e  157.507 guariti (31/05/20 ore 18)


#LottaCoronaVirusItalia : Il calo continua 233.019 totali,  42.075 i malati , 33.415 deceduti e  157.507 guariti (31/05/20 ore 18)

Aggiornamento 31/05/2020 ore 18

Coronavirus, Protezione civile: da ieri 355 nuovi casi, 75 morti e 1874 persone guarite

Nuovi contagiati in calo, in Lombardia il 59%. 5 regioni a zero nuovi casi: Umbria, Sardegna, Molise, Calabria e Basilicata.

In calo le vittime Lombardia: 210 nuovi casi, 33 decessi 31 maggio 2020

I contagiati totali da coronavirus sono ora 233.019, 355 più di ieri, quando se ne erano registrati 416 in più, quindi in calo nelle 24 ore. Il dato comprende attualmente positivi, vittime e guariti. In Lombardia sono 210 in più (ieri 221), pari al 59,1% dell'aumento odierno in Italia.I dati sono stati resi noti dalla Protezione civile.

Ci sono 5 regioni che comunicano zero nuovi contagiati: Umbria, Sardegna,Molise, Calabria e Basilicata. Calano in tutte le regioni, tranne in Umbria dove il numero resta invariato rispetto a ieri. 75 le vittime, in calo rispetto alle 111 di ieri.

I morti a livello nazionale salgono così a 33.415. Nessuna vittima in 9 regioni: Marche, Valle d'Aosta, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Molise, Basilicata, Calabria e Sardegna. La Lombardia ne fa registrare 33, ovvero il 44% del totale, unica regione a far registrare oggi un numero di deceduti in doppia cifra.

Le altre sono tutte al di sotto delle 10 vittime. Sale a 157.507 il numero dei guariti e dei dimessi, con un incremento rispetto a ieri di 1.874. Sabato l'aumento era stato di 2.789. 435 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 15 meno di ieri. Di questi, 170 sono in Lombardia, 2 meno di ieri.

 I malati ricoverati con sintomi sono invece 6.387, con un calo di 293 rispetto a ieri, mentre quelli in isolamento domiciliare sono 35.253, con un calo di 1.308 rispetto a ieri  42.075 i malati, 1.616 meno di ieri, quando il calo era stato di 2.980.

Il punto per Regione

Nel dettaglio, gli attualmente positivi sono 20.996 in Lombardia (-813), 5.161 in Piemonte (-129), 3.163 in Emilia-Romagna (-116), 1.500 in Veneto (-112), 1.111 in Toscana (-55), 669 in Liguria (-112), 2.983 nel Lazio (-72), 1.338 nelle Marche (-9), 980 in Campania (-1), 1.177 in Puglia (-45), 304 nella Provincia autonoma di Trento (-62), 986 in Sicilia (-13), 278 in Friuli Venezia Giulia (-27), 753 in Abruzzo (-17), 127 nella Provincia autonoma di Bolzano (-10), 31 in Umbria (+0), 185 in Sardegna (-1), 15 in Valle d'Aosta (-2),144 in Calabria (-7), 145 in Molise (-11), 29 in Basilicata(-2). Quanto alle vittime, sono in Lombardia 16.112 (+33), Piemonte 3.867 (+9), Emilia-Romagna 4.114 (+7), Veneto 1.918 (+2),Toscana 1.041 (+4), Liguria 1.465 (+6), Lazio 735 (+7), Marche 987 (+0), Campania 412 (+1), Puglia 504 (+4), Provincia autonoma di Trento 462 (+0), Sicilia 274 (+1), Friuli Venezia Giulia 333 (+0), Abruzzo 405 (+1), Provincia autonoma di Bolzano 291 (+0), Umbria 76 (+0), Sardegna 130 (+0), Valle d'Aosta 143 (+0), Calabria 97 (+0), Molise 22 (+0), Basilicata 27 (+0). I tamponi sono finora 3.878.739, in aumento di 54.118 rispetto a ieri

Aggiornamento 27/05/2020 ore 18

Stabili  231.139 totali, 50.966 positivi  , 33.072 deceduti e  147.101 guariti

Coronavirus, Protezione civile: da ieri 584 nuovi casi, 2.443 guariti e 117 vittime Risale il numero dei decessi, la metà in Lombardia. In totale in Italia 33.072 vittime. Otto regioni senza aumento

Sono 117 le vittime del coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia, in risalita rispetto al livello più basso da inizio marzo toccato ieri con 78.

In Lombardia nell'ultima giornata se ne sono registrate 58, la metà del dato nazionale, mentre ieri erano state 22. I morti a livello nazionale salgono così a 33.072. I dati sono stati resi noti dalla Protezione Civile. Otto regioni - Marche, Abruzzo, Umbria,Sardegna, Valle d'Aosta, Calabria, Molise, Basilicata - e la Provincia di Bolzano senza nuove vittime.

Risalgono i nuovi positivi, con un ritorno ai livelli di 4 giorni fa. Sono ora 231.139 i contagiati totali, 584 più di ieri. Il dato comprende attualmente positivi, vittime e guariti. In Lombardia sono 384 in più. Ieri l'incremento nazionale era stato di 397. 50.966 i malati, 1.976 meno di ieri, quando il calo era stato di 2.358. 147.101 i guariti e i dimessi, con un incremento rispetto a ieri di 2.443. Martedì l'aumento era stato di 2.677. 505 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 16 meno di ieri.

Di questi,175 sono in Lombardia, 8 meno di ieri. I malati ricoverati con sintomi sono invece 7.729, con un calo di 188 rispetto a ieri, mentre quelli in isolamento domiciliare sono 42.732, con un calo di 1.772 rispetto a ieri.

Violenza domestica, FIFA, Commissione europea e OMS lanciano la campagna #SafeHome Tutte le possibilità di aiuto per le donne in Italia in un'infografica 

Conferenza delle Regioni, aggiornate e integrate le linee guida per le attività produttive Linee guida per terme e professioni montagna. Aggiornate anche norme per ristorazione, piscine e rifugi alpini

Covid-19, i casi in Italia 26 maggio ore 18 Le persone attualmente positive sono 52.942. L'incremento dei nuovi casi rispetto al precedente bollettino è di 397

Coronavirus: dall'Oms una guida rivolta a bambini e adolescenti In oltre 15 lingue, sette attività per riflettere sull'impatto della malattia e le azioni da fare per proteggersi

 

Aggiornamento 24/05/2020 ore 18

Trend generale dei nuovi positivi in discesa. È quanto si rileva dai dati del monitoraggio sanitario sulla diffusione del nuovo coronavirus del 24 maggio.

L’incremento dei nuovi positivi è pari a 531 casi.

Complessivamente i casi dall'inizio dell’emergenza sono 229.858, così divisi: 140.479 guariti, 56.594 attualmente positivi, 32.785 deceduti (questo numero potrà essere confermato dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso).

Tra gli attualmente positivi: 47.428 sono in isolamento domiciliare, 8.613 ricoverati con sintomi, 553 in terapia intensiva.

Al via da lunedì 25 l'indagine di sieroprevalenza Il test verrà eseguito su un campione, selezionato da Istat, di 150mila persone residenti in duemila Comuni, distribuite per sesso, attività e sei classi di età. Campagna informativa per promuovere adesione

Covid-19, i casi in Italia 23 maggio ore 18 Le persone attualmente positive sono 57.752, i guariti sono 138.840

La Protezione civile segnala che la Regione Lombardia non ha aggiornato il dato odierno sui decessi.  La spiegazione della Regione Lombardia Non è stato segnalato nessun decesso per Covid oggi in Lombardia, dove i nuovi positivi sono stati 285. La Regione spiega che "i flussi provenienti dalla rete ospedaliera e le anagrafi territoriali oggi non hanno segnalato decessi".  Zero decessi in Lombardia, ipotesi dati non trasmessi L'assenza di nuovi decessi per Covid-19 in Lombardia, per la prima volta dall'inizio dell'epidemia a febbraio, potrebbe essere causata dalla mancata trasmissione dei dati dalla rete ospedaliera e dalle anagrafi dei Comuni. E' già capitato, in occasione di festività o fine settimane degli scorsi mesi, che i dati non fossero del tutto aggiornati e quelli mancanti siano stati aggiunti il giorno dopo.

Anche dopo le riaperture di una settimana fa "i contagiati non stanno aumentando e questo è un buon segnale ma non è definitivo". Bisogna aspettare altre due settimane. Se fra 15 giorni i contagi non aumenteranno "il segnale allora confermerà che la situazione è sotto controllo". Lo ha detto all'Ansa l'economista sanitario, Cesare Cislaghi, commentando i dati odierni della Protezione Civile che registrano 531 contagiati contro i 669 di ieri. Ma il virus,dice l'esperto "continua a circolare" e serve "cautela".

Aggiornamento 22/05/2020 ore 18

Covid-19 I dati forniti dalla Protezione civile di venerdì 22 maggio ore 18

 I casi totali sono 228.658 (652 casi in più). I guariti dal Coronavirus in Italia sono complessivamente 136.720, con un aumento di 2.160 persone rispetto a 24 ore fa.

 I ricoverati con sintomi sono in tutto 8.957 (diminuiscono di 312 unità). Nelle terapie intensive ci sono 45 ricoverati in meno rispetto a ieri, in totale sono 595 oggi. In isolamento domiciliare, senza sintomi o con sintomi lievi, sono 49.770 contagiati (rappresentano l'84%).

In totale i pazienti attualmente positivi sono 59.322 (-1.638 nell'ultima giornata).

 Le vittime sono 130 (ieri 156), il totale dei deceduti per Covid-19 in Italia dall'inizio della pandemia è di 32.616. Record di tamponi in un giorno: 75.380, che fanno crollare il rapporto positivi/tamponi a 0,8, mai così basso.

 I tamponi effettuati sono in tutto 3.318.778.  Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 25.933 in Lombardia, 8.452 in Piemonte, 4.730 in Emilia-Romagna, 3.023 in Veneto, 1.786 in Toscana, 1.908 in Liguria, 3.635 nel Lazio, 1.768 nelle Marche, 1.292 in Campania, 1.838 in Puglia, 607 nella Provincia autonoma di Trento, 1.519 in Sicilia, 485 in Friuli Venezia Giulia, 1.179 in Abruzzo, 224 nella Provincia autonoma di Bolzano, 59 in Umbria, 306 in Sardegna, 43 in Valle d’Aosta, 302 in Calabria, 184 in Molise e 49 in Basilicata

Brusaferro (Iss): "La curva dell'epidemia è ancora in calo ma il virus circola, non allentare le misure" L’indice di contagio Rt si mantiene sotto il valore di 1 in tutte le regioni italiane eccetto la Valle d’Aosta, dove è pari a 1,06. Questo è il quadro che emerge dal monitoraggio settimanale (11-17 maggio) della cabina di regia sulla diffusione di Covid-19 in Italia

Via libera allo svolgimento delle diverse funzioni religiose nel rispetto delle misure di sicurezza sanitarie per l’emergenza coronavirus Cosa prevedono i Protocolli tra presidente del Consiglio, ministro dell’Interno e  rappresentanti di comunità di fede presenti in Italia, anche non firmatarie di intese con lo Stato

Celebrazioni liturgiche, le misure di sicurezza per parroci e fedeli cattolici Cosa prevede il Protocollo con la Conferenza Episcopale Italiana

Covid-19, i casi in Italia 21 maggio ore 18 Le persone attualmente positive sono 60.960, i guariti sono 134.560

Covid-19, i casi in Italia 20 maggio ore 18 Le persone attualmente positive sono 62.752, i guariti sono 132.282

Covid-19, i casi in Italia 19 maggio ore 18 Le persone attualmente positive sono 65.129, i guariti sono 129.401

 

Aggiornamento 11/05/2020 ore 18

Continua calo nuovi contagi, decessi, e meno di mille i pazienti in terapia intensiva. È quanto si rileva dai dati del monitoraggio sanitario sulla diffusione del nuovo coronavirus diffusi alle 18 dell' 11 maggio dalla Protezione civile.

L’incremento dei nuovi positivi è pari a 744.

Complessivamente i casi dall’inizio dell’emergenza sono 219.814, così divisi: 106.587guariti,82.488 attualmente positivi ,30.739 deceduti (questo numero potrà essere confermato dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso)

Tra gli attualmente positivi:67.950 sono in isolamento domiciliare,13.539 ricoverati con sintomi,999 in terapia intensiva

Continua l’impegno del Dipartimento nelle attività di coordinamento di tutte le componenti e strutture operative del Servizio Nazionale della protezione civile. In particolare, nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi, 11 maggio, il totale delle persone che hanno contratto il virus è 219.814, con un incremento rispetto a ieri di 744 nuovi casi. Il numero totale di attualmente positivi è di 82.488, con una decrescita di 836 assistiti rispetto a ieri. Tra gli attualmente positivi 999 sono in cura presso le terapie intensive, con una decrescita di 28 pazienti rispetto a ieri. 13.539 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 79 pazienti rispetto a ieri. 67.950 persone, pari al 82% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Rispetto a ieri i deceduti sono 179 e portano il totale a 30.739. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 106.587, con un incremento di 1.401 persone rispetto a ieri.

Richiesta di offerta per Test molecolari SARSCoV-2 L’obiettivo è di acquisire la massima quantità di Kit disponibili, comprensivi di reattivi e di tutti gli strumenti necessari all’effettuazione dei test molecolari su tamponi delle vie respiratorie

#restiamoadistanza, aggiornamento delle faq del Governo Chiarimenti sugli spostamenti con auto privata e moto

Covid-19, superati i quattro milioni di contagi nel mondo Tre casi su quattro in Paesi europei e Stati Uniti 

L’uso delle mascherine nella vita quotidiana, da ISS una guida alle indicazioni del Dpcm Domande e risposte e un'infografica su mascherine di comunità, mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato

 

 

Aggiornamento 04/05/2020 ore 18

Dati 4 maggio, ore 18  Sono 211.938 i casi totali dall'inizio della pandemia: 99.980 persone attualmente positive, 29.079 deceduti,82.879 guariti.

Variazioni rispetto al precedente bollettino: +1.221 nuovi casi positivi,+ 195 deceduti, + 1.225 guariti

Tra i 99.980 attualmente positivi (-199): 81.678 si trovano in isolamento domiciliare (+242),16.823 ricoverati con sintomi (- 419),1.479  in terapia intensiva (- 22),Sono 2.191.403 (+37.631) i tamponi effettuati.

Sale a 211.938 il numero degli italiani colpiti dal coronavirus dall'inizio dell'epidemia, con un aumento di 1.221 casi (ai minimi dal 10 marzo, ieri +1.389).

Sono i dati forniti dalla Protezione Civile nel bollettino quotidiano delle 18.

Oggi si registrano 1.225 guariti (ieri 1.740), con il totale che sale a 82.879, mentre rispetto a ieri torna a salire lievemente il numero dei decessi, 195 contro i 174 di 24 ore fa, per un totale di 29.079.

Per effetto di questi dati, il numero dei malati attuali scende per la prima volta da quasi un mese sotto i 100mila, in totale sono 99.980. 

Continuano a calare anche i ricoveri: quelli ordinari sono scesi di 419 unita', e sono oggi 16.823. Quelli in terapia intensiva si riducono di 22, scendendo a 1.479, trentesimo giorno consecutivo di calo.

Le persone in isolamento domiciliare sono 81.678. Infine, sono stati fatti in 24 ore 37.631 tamponi, in calo rispetto a ieri (quasi 45mila) e soprattutto rispetto al record del primo maggio che aveva fatto segnare 74.208 tamponi in un giorno. 

Dati Regionali

Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 37.307 in Lombardia, 15.562 in Piemonte, 8.984 in Emilia-Romagna, 7.234 in Veneto, 5.279 in Toscana, 3.508 in Liguria, 4.385 nel Lazio, 3.206 nelle Marche, 2.711 in Campania, 1.165 nella Provincia autonoma di Trento, 2.945 in Puglia, 2.202 in Sicilia, 1.050 in Friuli Venezia Giulia, 1.837 in Abruzzo, 636 nella Provincia autonoma di Bolzano, 181 in Umbria, 653 in Sardegna, 110 in Valle d’Aosta, 674 in Calabria, 173 in Basilicata e 178 in Molise.

Per quanto riguarda la Sardegna, il numero in calo, spiega la Protezione civile, nasce da un riconteggio della struttura regionale.

Fase 2: lo spot del ministero della Salute per l'uso corretto delle mascherine Un video del ministero spiega quando indossarle e come farlo in sicurezza. Dal 5 maggio in onda sui canali tv della Rai (e da oggi sui canali radio Rai)

Fase 2, le linee guida per la ripresa dello sport L’Ufficio per lo sport della Presidenza del Consiglio dei ministri ha emanato le indicazioni sulle modalità di svolgimento degli allenamenti per gli sport individuali

Coronavirus, l'Ue lancia una raccolta fondi per il vaccino L’appuntamento per la conferenza dei donatori è alle ore 15 di oggi. Sarà possibile seguire l’evento sui canali social della Commissione europea (Facebook, Twitter, Linkedin e YouTube) e sul sito web dedicato “Corononavirus Global Response

Al via la fase 2, da oggi 4,4 milioni di italiani al lavoro Appello del ministro Speranza al senso di responsabilità. Viminale: controlli nelle strade e nelle aziende

Aggiornamento 30/04/2020 ore 18

Il più alto numero di dimessi e guariti dall’inizio dell’emergenza

Le persone attualmente positive sono 101.551, i guariti sono 75.945. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio nazionale, i casi totali nel nostro Paese sono 205.463, al momento sono 101.551le persone che risultano positive al virus.

Le persone guarite sono 75.945..

I pazienti ricoverati con sintomi sono 18.149 in terapia intensiva 1.694, mentre 81.708 si trovano in isolamento domiciliare.

I deceduti sono 27.967 questo numero, però, potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso 

Sono buone notizie quelle che emergono dal bollettino della Protezione Civile del 30 aprile. Come ogni giovedì, anche oggi i dati sul Coronavirus in Italia sono stati comunicati in conferenza stampa. L'ultima, almeno per un po'. La curva dei contagi accentua la sua discesa, si registra il record di guariti (oltre 4.500), mentre le nuove vittime sono in calo. Numeri che portano Angelo Borrelli a sospendere definitivamente il punto stampa che da qualche settimana aveva cadenza bisettimanale (lunedì e giovedì). Da ora in poi gli aggiornamenti sull'epidemia saranno pubblicati solo sul sito della Protezione Civile. "In 15 giorni abbiamo raddoppiato i guariti e dimezzato i decessi", dice Luca Richeldi, pneumologo del Gemelli di Roma e membro del Comitato scientifico. "La diffusione del virus è stata rallentata, la pressione sul sistema sanitario è ridotta e noi siamo più consapevoli e pronti alla sfida che ci attende nelle prossime settimane e nei prossimi mesi", aggiunge.

  

Coronavirus: Speranza firma decreto per definizione criteri monitoraggio : Il documento stabilisce i criteri relativi alle attività di monitoraggio del rischio sanitario (di cui all’allegato 10 del dpcm del 26 aprile 2020) connesso al passaggio dalla fase 1 alla fase 2

Brusaferro (Iss): "La curva decresce, Rt minore di 1 in tutta Italia, ma siamo ancora in fase di epidemia"Si riduce anche il numero di zone rosse e la curva dell'epidemia è analoga negli italiani e negli stranieri. Lo ha sottolineato oggi in conferenza stampa il presidente dell'Istituto superiore di sanità

Coronavirus: Speranza incontra generale dei Nas Lusi. “Apprezzamento per lavoro encomiabile”Noovi controlli nelle RSA voluti dal ministero della Salute, da Catanzaro a Pescara fino a Cagliari. Continua attività di vigilanza su commercio di mascherine e gel igienizzanti

Allarme Ema, rischi da terapie cellulari non verificateProposte per diverse malattie, ma possibili gravi effetti

Covid-19, fase 2: le indicazioni per trasporti e logisticaLe Raccomandazioni per i passeggeri del trasporto pubblico, le "Linee guida per l’informazione agli utenti e le modalità organizzative per il contenimento della diffusione di Covid-19", la circolare del ministero della Salute 

 

Aggiornamento 24/04/2020 ore 18

Coronavirus, il bollettino: malati ancora in calo, 321 in meno. Altri 420 morti, 2.922 guariti. Calo dei casi in metà delle Regioni

Le persone attualmente positive sono 106.527, i guariti sono 60.498.

Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio nazionale, i casi totali nel nostro Paese sono 192.994, al momento sono 106.527 le persone che risultano positive al virus.

I pazienti ricoverati con sintomi sono 22.068, in terapia intensiva 2.173, mentre 82.286 si trovano in isolamento domiciliare.

I deceduti sono 25.969 questo numero, però, potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

Covid-19, Rt sotto 1 in tutta Italia. L'Iss: "Differenze regionali non sono per forza condizione per misure diverse in fase2" Il valore di Rt, sottolineano gli esperti, rappresenta uno strumento importante per monitorare le misure di controllo nel tempo e la loro efficacia. Tra le principali fonti di infezione nel periodo 1-23 aprile: le rsa (44,1% dei casi), l'ambito familiare (24,7%), l'ospedale o ambulatorio (10,8%), e il luogo di lavoro (4,2%)

Covid-19, dall’Iss una guida pratica per chi assiste gli anziani L’opuscolo è tradotto in 8 lingue e si rivolge soprattutto alle badanti

Coronavirus, Ministro Speranza: “Per la prima volta il numero dei guariti è superiore al numero dei nuovi contagiati" Borrelli: "Dati particolarmente confortanti". Locatelli: "Scende ancora R con 0, ma riaprire le scuole lo riporterebbe sopra 1"

Covid-19, dall'Enpam via a bonus di 1000 euro per tre mesi I Ministeri approvano, già 57.000 le domande dei liberi professionisti

Spagna superati i 22mila morti da coronavirus, negli Usa i 46mila La Cina dona 30 milioni di dollari all'Oms per la lotta al Covid

Covid-19, tre nuovi studi clinici autorizzati dall’Aifa Tutti e tre gli studi sono italiani. In totale salgono a 13 le sperimentazioni cliniche finora autorizzate dall’Aifa. Le domande di autorizzazione e le proposte di studi clinici sottoposte alla CTS dell'Agenzia sono attualmente 114

Covid-19, le nuove fake news smentite dal ministero Dall'aria calda dell'asciugacapelli all'alcol che proteggerebbe il sistema immunitario, dall'argento colloidale alla vaselina. Prosegue l'attività del ministero per smentire le bufale sul nuovo coronavirus.

 

Aggiornamento 23/04/2020 ore 18

Il capo della Protezione civile Angelo Borrelli ha commentato così i dati odierni relativi all’emergenza coronavirus in Italia: “I numeri sono particolarmente confortanti: il numero di dimessi e guariti supera il numero di nuovi casi nel paese”.

 La Protezione civile ha diffuso il nuovo bollettino sull’emergenza coronavirus in Italia: il numero dei contagiati totali dal coronavirus in Italia, compresi morti e guariti, è 189.973, con un incremento rispetto a mercoledì di 2.646. Il precedente aumento era stato di 3.370.

Sono 57.576 i guariti dal coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a mercoledì di 3.033. Si tratta del numero più alto dall’inizio dell’emergenza, mentre l’aumento mercoledì era stato di 2.943.

Sono 25.549 le vittime per coronavirus in Italia, con un incremento di 464 in un giorno. Mercoledì l’aumento era stato di 437.

Continua, per il quarto giorno consecutivo, il calo dei malati di coronavirus in Italia: sono 106.848 gli attualmente positivi nel nostro Paese, 851 in meno di mercoledì. Si tratta del calo maggiore dall’inizio dell’emergenza.

Prosegue ancora il trend in calo dei ricoveri in terapia intensiva per coronavirus: a oggi sono 2.267, 107 in meno rispetto a mercoledì. Di questi, 790 sono in Lombardia (-27). Dei 106.848 malati complessivi, 22.871 sono ricoverati con sintomi, 934 in meno rispetto a mercoledì, e 81.710 sono quelli in isolamento domiciliare.

Sono oltre un milione gli italiani che sono stati sottoposti a tampone: dai dati della Protezione civile emerge che gli esami effettuati fino a oggi sono stati 1.579.909, che hanno riguardato complessivamente 1.052.577 persone. L’incremento del numero dei tamponi rispetto a mercoledì è di 66.658.

In conferenza stampa, il presidente del Consiglio Superiore di Sanità Franco Locatelli ha annunciato che l'”R con zero”, cioè l’indice di contagiosità del coronavirus, è sceso a una percentuale compresa tra lo 0,5 e lo 0,7.

Lo stesso Locatelli ha sottolineato che a partire dal 5 aprile, “con la sola eccezione di una giornata, c’è stata una riduzione del numero dei pazienti ricoverati. E dal 3 aprile c’è stata costantemente ogni giorno una riduzione del numero dei pazienti che erano ricoverati in terapia intensiva”.

Il presidente del Css ha spiegato che riaprire le scuole vorrebbe dire riportare l’indice di contagio, l’R con Zero’, ben sopra l’1. Inoltre serviranno “dei mesi prima di poter pensare alla commercializzazione di un vaccino” e per capire quanto “potrà durare la protezione”.

L’estate, ha aggiunto Locatelli, può essere “un momento di recupero dell’attività ludico-sportive” per i bambini, “però scordiamoci i campi estivi e scordiamoci gli oratori, questo deve essere chiarissimo. Ho diverse perplessità su come si possa garantire il distanziamento dei bambini”.

Coronavirus, i malati regione per regione

Dai dati della Protezione civile emerge che sono 33.873 i malati in Lombardia (369 in meno di mercoledì), 12.845 in Emilia-Romagna (-239), 15.152 in Piemonte (+30), 9.925 in Veneto (-66), 6.171 in Toscana (+4), 3.466 in Liguria (-10), 3.230 nelle Marche (+0), 4.486 nel Lazio (+23), 2.978 in Campania (-20), 1.871 nella Provincia di Trento (-3), 2.936 in Puglia (+62), 1.135 in Friuli Venezia Giulia (-173), 2.301 in Sicilia (+14), 2.100 in Abruzzo (-8), 1.494 nella provincia di Bolzano (-18), 355 in Umbria (-16), 817 in Sardegna (-16), 823 in Calabria (+2), 463 in Valle d’Aosta (-38), 229 in Basilicata (-3), 198 in Molise (-7).

CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO IN ITALIA

Coronavirus, le vittime regione per regione

Quanto alle vittime, se ne registrano 12.940 in Lombardia (+200), 3.269 in Emilia-Romagna (+65), 2.630 in Piemonte (+71), 1.206 in Veneto (+25), 723 in Toscana (+18), 1.047 in Liguria (+25), 857 nelle Marche (+12), 375 nel Lazio (+5), 332 in Campania (+5), 382 nella provincia di Trento (+1), 372 in Puglia (+10), 256 in Friuli Venezia Giulia (+10), 213 in Sicilia (+5), 280 in Abruzzo (+4), 261 nella provincia di Bolzano (+5), 61 in Umbria (+0), 98 in Sardegna (+2), 76 in Calabria (+0), 127 in Valle d’Aosta (+0), 24 in Basilicata (+0), 20 in Molise (+1).

Farmaci per il coronavirus, Aifa dà via libera a nuovi studi clinici: L’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) ha autorizzato tre nuovi studi clinici per il trattamento del Covid-19, che riguardano un anticoagulante (enoxaparina sodica), un farmaco per la gotta (colchicina) e uno utilizzato per l’artrite reumatoide (baricitinib).

Coronavirus: più di 5mila denunciati: Secondo i numeri forniti dal Ministero dell’Interno, sono state sanzionate 5.706 persone per spostamenti non legittimi, 32 per false dichiarazioni e 13 per violata quarantena. I controlli su persone fisiche sono stati 245.580 nella giornata di mercoledì. Monitorati anche 107.020 esercizi commerciali, con 168 titolari denunciati e 63 attività chiuse.

Oms: "Questo virus rimane pericoloso e starà con noi per molto tempo""Non c'è dubbio che lo stare a casa e altre misure di allontanamento fisico abbiano ridotto con successo la trasmissione in molti Paesi" ha dichiarato ieri il direttore generale Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus. "Le prime prove suggeriscono che la maggior parte della popolazione rimane suscettibile. Ciò significa che le epidemie possono facilmente riaccendersi”

Ema lancia un sistema di monitoraggio potenziato per prevenire la carenza di farmaci contro Covid-19Ogni azienda farmaceutica nominerà un punto di contatto unico che avrà il compito di riferire all'Agenzia europea per i medicinali e alle autorità nazionali competenti tutte le carenze attuali e previste dei medicinali utilizzati per i pazienti positivi al virus

Accordo tra Federfarma e Federazione motociclistica italiana per la consegna dei farmaci a domicilioIl sindacato dei titolari di farmacia ha richiesto alla Protezione civile il coinvolgimento dei volontari motociclisti (oltre 400 in tutta Italia) per potenziare il servizio di consegna gratuita dei farmaci già attivo attraverso i numeri verde 800189521 e 8000655 (quest'ultimo in collaborazione con la Croce rossa) 

Covid-19 e bevande alcoliche, attenzione alle fake newsAssumere troppo alcol in periodo di lockdown non protegge dal virus ma aumenta il rischio di dipendenza e di violenza domestica

Nuovo record di guariti in un giorno, poco meno di 3.000I malati sono 107.699: in calo come i ricoveri in terapia intensiva

  

Aggiornamento 20/04/2020 ore 18

 Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio nazionale, i casi totali nel nostro Paese sono 181.228, al momento sono 108.237 le persone che risultano positive al virus.

Le persone guarite sono 48.877.

I pazienti ricoverati con sintomi sono 24.906, in terapia intensiva 2.537 (numero più basso da 1 mese a questa parte), mentre 80.758 si trovano in isolamento domiciliare.

I deceduti sono 24.114 questo numero, però, potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

Per la prima volta calano i positivi , diminuiscono i contagi, 454 morti nelle ultime 24 ore Gli ultimi aggiornamenti sull'epidemia di Covid 19 in Italia. Il bollettino del 20 aprile: i casi totali arrivano a quota 181.228, di cui oltre 108mila attualmente positivi. Il numero delle vittime dall'inizio dell'epidemia ha superato le 24mila unità. Sono stati fatti 41.483 tamponi in più rispetto a ieri e in totale i tamponi effettuati salgono a 1.398.024. E' quanto emerge dai dati aggiornati della Protezione civile sull'emergenza coronavirus.“

 

 Settimana mondiale delle vaccinazioni 2020 Gianni Rezza: "È importante mantenere le vaccinazioni anche e soprattutto durante l’epidemia di Covid-19, altrimenti rischieremmo di aggiungere a un fenomeno nuovo vecchi problemi, causando la riemergenza di malattie infettive precedentemente prevenute o controllate dai vaccini"

Come affrontare il lockdown: il video tutorial di sei pazienti adolescenti dell'Istituto tumori di Milano Tanti i punti toccati dai ragazzi: l’importanza di rispettare le norme e i limiti imposti dall'isolamento, mantenersi in contatto con l’oncologo di riferimento, non allarmarsi in caso di sintomi ma parlarne con i medici che sanno cosa fare, affidarsi solo a fonti di informazioni ufficiali e affidabili

Emergenza Covid-19, al via sms solidale della Croce rossa in collaborazione con Ansa Inviando un messaggio al numero Tim 45505 puoi donare 2 euro per sostenere le attività della Croce rossa. Oppure chiamando da rete fissa puoi contribuire con 5 o 10 euro.

Covid-19, on line il Rapporto ISS sul rischio di acquisto online di farmaci per la prevenzione e la terapia dell’infezione e sulla diffusione sui social network di informazioni false sulle terapie Le dieci informazioni importanti da conoscere sull’uso dei farmaci

Covid-19, dall’Iss un nuovo rapporto sulla Telemedicina rivolto agli operatori e ai manager sanitari coinvolti nell’emergenza Il report offre indicazioni e soluzioni alle problematiche operative per la realizzazione di servizi di telemedicina durante il periodo emergenziale in corso

Controllate quasi 260mila persone e oltre 92mila attività Quasi 9mila sanzioni eseguite ieri nell'ambito del monitoraggio sul rispetto delle misure di contenimento del coronavirus da parte delle forze dell'ordine 

Il ministro Speranza: "In un mese oltre 20mila assunzioni nel SSN. E ora rafforziamo la sanità sul territorio" Ad oggi sono stati reclutati: 4.331 medici, 9.666 infermieri e oltre 5.700 tra operatori socio sanitari, farmacisti e tecnici di laboratorio

Scuola, commissari interni all'esame di maturità. Potenziata l'alleanza tra Rai e ministero Istruzione La ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha firmato l’ordinanza che preve una commissione formata da 6 commissari interni e dal presidente esterno. Parte anche una programmazione speciale su Rai Cultura (attraverso Rai Scuola e Rai Storia - Rai 3), Rai Ragazzi e Rai Play con lezioni e approfondimenti per gli studenti di tutte le classi

Violenze domestiche, è possibile segnalarle con un'app alla Polizia In questo periodo di emergenza nel quale siamo costretti alla forzata permanenza in casa, potrebbero aumentare le violenze domestiche, da ora è possibile segnalarle alla Polizia ed anche in forma anonima

Covid-19, i casi in Italia il 18 aprile ore 18 Le persone attualmente positive sono 107.771, i guariti 44.927

Arcuri: "Con app, test e tamponi affronteremo la fase 2" Il commissario per l'emergenza nella conferenza stampa del 18 aprile ha fatto anche il consueto punto sugli approvvigionamenti: "Nell'ultima settimana abbiamo consegnato alle regioni 25,5 milioni di mascherine e fino adesso abbiamo distribuito e installato negli ospedali italiani 3720 ventilatori" 

I trapianti durante l'emergenza Covid-19 Dal Centro nazionale trapianti gli ultimi dati, calano i prelievi degli organi ma aumentano i consensi alla donazione

Covid-19: l'Oms risponde su Whatsapp L’Organizzazione mondiale della sanità lancia un servizio di assistenza sulla app di messaggistica istantanea per dare informazioni sulla diffusione del nuovo coronavirus e consigli su come proteggersi dal contagio

Covid-19, Ordinanza Protezione civile su vendita mascherine e altri DPI al dettaglio nelle farmacie Se sono vendute singolarmente il prezzo di ogni mascherina, o altro DPI, non può superare quello della confezione intera diviso il numero dei prodotti in essa contenuti

   

Aggiornamento 17/04/2020 ore 18

Conferenza stampa 17 aprile, ore 18

172.434 i casi totali dall'inizio della pandemia. Le persone attualmente positive sono 106.962, 22.745 deceduti e 42.727 guariti.

Variazioni rispetto al precedente bollettino: 3.493 nuovi casi positivi; 575 deceduti;2563 guariti

Tra i  106.962 attualmente positivi (+ 355):76.778 si trovano in isolamento domiciliare (+ 1.586);26.893 ricoverati con sintomi (- 1107);2.936 in terapia intensiva (-124); Sono 1.244.108 (+ 65.705) i tamponi effettuati.

La differenza tra contagiati e positivi:  Ci sono invece buone notizie per il sistema sanitario: è il giorno del calo più marcato dei ricoveri: quelli ordinari sono addirittura 1.107 in meno, scendendo a 25.786 totali. Un numero che non si vedeva dal 27 marzo. Quelli in terapia intensiva diminuiscono di 124 unità, con il totale a 2.812 (solo due settimane fa erano oltre 4.000 i posti letto occupati). Sono 78.364 i malati in isolamento domiciliare. Infine, nuovo record di tamponi eseguiti in un giorno: 65.705, contro i 60.999 di ieri. Questo significa che la percentuale dei positivi sui test effettuati tocca nuovi minimi.

Brusaferro (Iss): "La curva decresce, forte reattività contro i focolai" L’iss per la prima volta propone una mappa aggiornata delle nuove zone rosse istituite a livello locale. Oggi vengono individuate zone rosse in 100 comuni (spesso con presenza di strutture sociosanitarie) di 8 regioni 

Contact tracing: Arcuri firma ordinanza per app italiana Il sistema di tracciamento digitale può aiutare a identificare individui potenzialmente infetti prima che emergano sintomi e, se condotto in modo sufficientemente rapido, può impedire la trasmissione successiva dai casi secondari

La vita ai tempi del Coronavirus, il questionario sociologico dell'Università Sapienza Le informazioni raccolte serviranno a comprendere le opinioni, gli stati d’animo e il cambiamento di abitudini della popolazione durante l'emergenza sanitaria

Oms Europa. Non bisogna commettere errori adesso. Un contagiato su 13 è operatore sanità A mettere in guardia il direttore generale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) Europa, Hans Kluge

Speranza a G7 Salute, lavorare insieme per il vaccino Istituto Superiore di Sanità: "Il trend è discendente. Ma immunità di gregge lontana"

Aggiornamento 16/04/2020 ore 18

Coronavirus, 525 morti e 3.786 casi in più: la curva torna a salire, è l'effetto tamponi. Crollano i ricoverati: -750 in un giorno

Sale di altre 525 vittime il bilancio dei morti in Italia per conseguenze derivate dal coronavirus. Ieri il dato era di 578. È quanto ha diramato il capo del dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli in conferenza stampa nel consueto bollettino delle 18 di giovedì 16 aprile.

La curva dei nuovi casi è tornata a salire, 3.786 in più rispetto ai 2.667 di ieri, con un trend del +2,2% contro l'1,6% di ieri. È l'effetto tamponi: dopo il calo vertiginoso nei giorni di Pasqua, Pasquetta e del giorno successivo, i test effettuati hanno ripreso il ritmo intrapreso la settimana scorsa. Ieri 43.715 e oggi ben 60.999 (record da inizio emergenza) contro i 26.779 di martedì e i 36.717 di lunedì. Secondo il concetto che "più cerchi più positivi trovi" l'aumento delle persone positive in Italia è la diretta conseguenza.

La notizia rilevante è il crollo dei ricoverati con sintomi, 750 in meno rispetto a ieri, che si unisce all'ennesimo calo delle terapie intensive (143 in meno). Un dato che si riscontra anche in Lombardia, focolaio del Paese, 687 ricoverati con sintomi in meno in regione e 42 in meno in terapia intensiva.

IL BOLLETTINO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI OGGI

I casi Covid-19 accertati in Italia dall'inizio dell'emergenza sono ora 168.941 (3.786 in più rispetto a ieri), di cui 22.170 morti e 40.164 guariti, 2072 nelle ultime ventiquattro ore. Il numero di attualmente positivi nel nostro Paese è di 106.607 persone, ieri era di 105.418, un aumento di 1.189 unità. I tamponi effettuati fino ad oggi sono 1.178.403,  60.999 nell'ultimo giorno (Ieri erano 43.715).

Sono 2.936 i malati in terapia intensiva, 143 in meno rispetto a ieri. Di questi, 1.032 sono in Lombardia (-42). 26.893 sono poi ricoverati con sintomi, 750 in meno rispetto a ieri, e 76.778 (+2082) sono quelli in isolamento domiciliare.

BRUSAFERRO (ISS): «SU RIAPERTURA VARIE OPZIONI»â€‹

«Come stiamo vedendo da alcuni giorni siamo in un trend discendente con le curve di contagi guariti e decessi che hanno, come avevamo detto, uno sfasamento temporale»â€‹, lo ha detto il presidente dell'Iss Silvio Brusaferro in conferenza stampa. Brusaferro ha spiegato che sulle riaperture «il Comitato tecnico scientifico sta valutando tutte le varie opzioni. Si lavora su un mix di misure che possano consentire di allentare alcune restrizioni mantenendo però il dato R con 0 sotto l'1».

«Il ministero della Salute sta approntando le circolari per la vaccinazione anti influenzale che diventa ancora più importante quest'anno». Ha affermato il presidente dell'Istituto superiore di sanità. «Tutti noi - ha chiarito - non possiamo che essere convinti del fatto che dobbiamo fare in modo che nella prossima stagione influenzale la più grande quantità di persone possibile sia coperta».

«Al momento c'è uno studio di sieroprevalenza per indagare quante persone sono venute a contatto col virus e capire qual è la circolazione - ha detto Brusaferro - Ci sono stime variabili da regione a regione ma in generale il 90% delle persone in Italia non è venuto a contatto col virus. Questo vuol dire che una larghissima parte della popolazione è ancora suscettibile. Per avere l'immunità di gregge bisognerebbe avere circa l'80% di persone venute a contatto col virus, dunque il target è molto lontano. Quindi non c'è un golden standard».

I DATI  CONTAGI REGIONE PER REGIONE

Dai dati della Protezione civile emerge che sono 33.090 i malati in Lombardia (169 in più rispetto a ieri), 13.663 in Emilia-Romagna (+86), 13.783 in Piemonte (+588), 10.800 in Veneto (+11), 6.613 in Toscana (+196), 3.437 in Liguria (-27), 3.124 nelle Marche (+27), 4.144 nel Lazio (+97), 3.118 in Campania (+31), 2.087 a Trento (-17), 2.625 in Puglia (+52), 1.330 in Friuli Venezia Giulia (-64), 2.108 in Sicilia (+27), 1.850 in Abruzzo (+40), 1.593 nella provincia di Bolzano (+17), 536 in Umbria (-46), 865 in Sardegna (-5), 847 in Calabria (+28), 518 in Valle d'Aosta (-30), 273 in Basilicata (+12), 203 in Molise (-3).

 I DATI DEI DEFUNTI REGIONE PER REGIONE 

Quanto alle vittime, se ne registrano 11.608 in Lombardia (+231), 2.843 in Emilia-Romagna (+55), 2.094 in Piemonte (+79), 981 in Veneto (+41), 585 in Toscana (+29), 828 in Liguria (+21), 764 nelle Marche (+18), 316 nel Lazio (+5), 286 in Campania (+8), 322 nella provincia di Trento (+4), 299 in Puglia (+11), 217 in Friuli Venezia Giulia (+5), 187 in Sicilia (+6), 243 in Abruzzo (+3), 225 nella provincia di Bolzano (+2), 55 in Umbria (+1), 85 in Sardegna (+2), 72 in Calabria (+1), 122 in Valle d'Aosta (+1), 22 in Basilicata (+1), 16 in Molise (+1).

Covid-19, a Milano la prima biobanca del nuovo coronavirus. Conserverà tutti i campioni per cure e vaccini A dare avvio al progetto l’Università degli Studi di Milano e l’Asst Fatebenefratelli Sacco

Dall'ISTAT indicazioni per la certificazione dei decessi Covid-19 Solo una certificazione appropriata consente la produzione di statistiche accurate e affidabili sui decessi Covid-19

Covid-19, Aifa autorizza sperimentazione clinica con Colchicina Lo studio, italiano, è coordinato dall’Azienda ospedaliera di Perugia. Salgono a 10 le sperimentazioni cliniche autorizzate dall’Aifa

Covid-19, oltre 2 milioni di casi nel mondo e 130 mila morti. L'Unione Europea cauta su fase 2 Revoca "graduale" e "coordinata" delle misure di contenimento del coronavirus negli Stati membri e della riapertura delle frontiere. "Prima la salute"

Il Covid-19 non lascia i papà fuori dalla sala parto Il caso dell'ospedale di Varese, entrambi i genitori presenti in sala parto e vicini anche ai bimbi prematuri

Le news del ministero della Salute anche su Linkedin Sul social network verranno selezionati e condivisi contenuti dedicati alle imprese e al personale sanitario

Covid-19, disinformazione e fake news nemici importanti da combattere Dai trattamenti ayuverdici che non fanno ammalare di COVID-19 al ruolo del miele per prevenire l'infezione, dall’azione protettiva dello yoga al sudore che elimina il virus, le nuove bufale sfatate dal Ministero

Aggiornamento 15/04/2020 ore 18

Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio nazionale, i casi totali nel nostro Paese sono 165.155, al momento sono 105.418 le persone che risultano positive al virus.

Le persone guarite sono 38.092.

I pazienti ricoverati con sintomi sono 27.643, in terapia intensiva 3.079, mentre 74.696 si trovano in isolamento domiciliare.

I deceduti sono 21.645, questo numero, però, potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

 

Trend sostanzialmente stabile per il Coronavirus in Italia. Tradotto: il Covid-19 continua a frenare, lo mostrano i numeri diffusi nel bollettino della Protezione Civile di oggi, 15 aprile.

Angelo Borrelli ha snocciolato dati in linea con quelli di ieri. I nuovi casi sono 2.667 (ieri erano stati 2.972), il che porta il totale a 165.155. Un dato ancor più indicativo dal momento che sono stati eseguiti altri 43.715 tamponi (1.117.404 in totale), mentre i numeri di martedì facevano riferimento a un quantitativo di test inferiore (26.778), dovuto alle festività pasquali.

Questo significa che la percentuale di tamponi positivi è in forte diminuzione. I morti nelle ultime 24 ore sono stati 578 (contro i 602 di ieri), con le vittime totali salite a 21.645.

Altri 962 guariti (a fronte dei 1.695 di ieri), per un totale di 38.092 persone che hanno sconfitto il Covid-19. Sono 105.418 le persone attualmente positive, 1.127 più di ieri (quando erano stati +657, una differenza dovuta anche al minor numero di guariti riscontrato oggi).

Continua a calare il numero di ricoveri in terapia intensiva, sceso da 3.186 a 3.079 (-107). In significativo ribasso anche i ricoverati con sintomi: 27.643 (-368), mentre i positivi in isolamento domiciliare sono a oggi 74.696 (+1.602 rispetto a ieri)

Covid-19, controlli dei Nas in tutta Italia nelle Rsa Riscontrate nel 17 per cento delle strutture ispezionate irregolarità relative alla gestione delle procedure e degli spazi riservati a possibili casi di positività per il Covid-19 o alla formazione di operatori o alla dotazione di dispositivi protettivi

Covid-19, tutti gli studi autorizzati dall’Aifa per la sperimentazione di farmaci per il trattamento dell’infezione da nuovo coronavirus L’Agenzia pubblica il primo Report della Cts con i dati sugli studi clinici pervenuti all’Aifa. Pubblicata anche una nuova scheda tecnica sull’utilizzo di eparina a basso peso molecolare nel trattamento di Covid-19

 Coronavirus: onlus Insuperabili crea "Virtual cup" Esercizi e prove di abilità motorie a casa per le 17 scuole calcio Insuperabili. E la domenica scendono in campo i grandi campioni

Covid-19, nasce il canale Telegram del ministero della Salute A poche ore dal lancio il canale sulla piattaforma di messaggistica istantanea del ministero ha raggiunto oltre 300mila follower ed è diventato il canale più seguito in Italia

Covid-19, continuano a scendere i positivi, Basilicata e Molise zero nuovi contagi per la prima volta dall'inizio dell'epidemia Il trend del contagio in Italia continua la sua lenta discesa dal plateau: diminuiscono i ricoveri in terapia intensiva e scende il numero dei pazienti negli altri reparti  

Riaprono i negozi per bambini, dal Viminale ribadite le misure da rispettare Riaperture parziali con modalià diverse nelle singole regioni

“Il mio eroe sei tu”, on line sul sito Oms il libro dello IASC per aiutare i bambini a comprendere e affrontare Covid-19 Il libro ha visto unite per la pubblicazione  50 organizzazioni attive nel settore umanitario tra cui l’Oms e il Fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia

 

 Aggiornamento 14/04/2020 ore 18

Covid-19, i casi in Italia 14 aprile ore 18

Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio nazionale, i casi totali nel nostro Paese sono 162.488, al momento sono 104.291 le persone che risultano positive al virus.

Le persone guarite sono 37.130.

I pazienti ricoverati con sintomi sono 28.011, in terapia intensiva 3.186, mentre 73.094 si trovano in isolamento domiciliare.

I deceduti sono 21.067, questo numero, però, potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

A livello di distribuzione regionale, la Lombardia resta la più colpita con 32363 casi attuali e 241 morti rispetto alla giornata di ieri: seguono Emilia Romagna con 13770 (2705 morti), Piemonte con 13055 contagiati (1927 morti) e il Veneto con 10736 pazienti affetti dal coronavirus a fronte di 906 morti.

Massimo Antonelli (Policlinico Gemelli)

27816 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online