Lunedì, 12 aprile 2021 - ore 20.03

Maura Ruggeri (Cremona) . Bella la lettera studenti che ringrazia i professori

Mi ha colpito una lettera inviata ai propri professori da una classe del Torrianti e che ho letto pubblicata dalla stampa locale lo scorso 27 dicembre

| Scritto da Redazione
Maura Ruggeri (Cremona) . Bella la lettera studenti  che ringrazia i professori

Maura Ruggeri  (Cremona) . Bella la lettera di una classe del Torriani che ringrazia i professori

Mi ha colpito una lettera inviata ai propri professori da una classe del Torrianti e che ho letto pubblicata dalla stampa locale  lo scorso 27 dicembre

I ragazzi ringraziando gli insegnanti per l’impegno di cui hanno compreso la grande portata, in una situazione tanto complicata da ogni punto di vista, colgono due aspetti fondamentali della loro esperienza scolastica: l’importanza della componente relazionale nel percorso formativo “la Dad purtroppo sta togliendo alla scuola tutta la parte viva, la parte di relazioni che, in fin dei conti, è quella che più ci fa crescere…”

L’importanza del contesto di vita dato dalla scuola “abbiamo sempre dato per scontato la vita di classe, ma proprio ora, che per forza di cose ci è stata tolta, ci rendiamo conto di quanto ci manca e ne capiamo l’importanza” … direi che in modo diretto e con grande maturità questi ragazzi ci dicono perchè occorra fare ogni sforzo per creare le condizioni per restituire loro quella vita di classe di cui sentono la mancanza e di cui  hanno capito l’importanza.

-------------------

Il testo della lettera di una classe di studenti del Torriani

Egregio direttore, siamo gli studenti di una classe del Torriani e abbiamo scritto una lettera agli insegnanti dell’Istituto.

Vorremmo dedicare questa breve lettera a tutti i prof che da marzo, nonostante il periodo difficile, si impegnano per dare il massimo per garantire a noi studenti un insegnamento il più possibile completo e approfondito.

Anche ripensando alla situazione che stiamo vivendo, capiamo tutte le difficoltà che si stanno riscontrando con questo nuovo modo di fare scuola e apprezziamo la grande pazienza che dimostrate nei nostri confronti, così come apprezziamo la fiducia e la comprensione che vi impegnate ad avere in noi; tutti questi fattori non vanno sottovalutati e sono, infatti, fondamentali ad un’esperienza scolastica positiva.

Per affrontare meglio questa situazione sono per noi importanti e significativi anche solo dei piccoli e semplici gesti, per esempio quando ci chiedete «come state?», che nonostante sia una semplice domanda ci fa sentire vicini a voi, nonostante siate distanti.

Riconosciamo le difficoltà nell’insegnare e interagire con uno schermo, in quanto «disumanizza» il vostro lavoro, che non è fatto per essere così distaccato. La Dad purtroppo sta togliendo alla scuola tutta la parte viva, la parte di relazioni, che in fin dei conti è la parte che più ci fa crescere in questo nostro percorso lungo cinque anni.

Abbiamo sempre dato per scontato la vita di classe, ma proprio ora che, per forza di cose, ci è stata tolta, ci rendiamo conto quanto ci manca e ne capiamo la sua importanza. Ci rattrista molto il fatto che per noi questo sia l’u ltimo anno e ce lo stiamo un po’ p erdendo sotto il punto di vista delle relazioni, sia tra di noi sia con i professori.

Ci auguriamo però di poter concludere al meglio questo nostro cammino arrivando tutti insieme alla nostra meta finale. Grazie per questi anni e buone feste a tutti voi.

Una classe di studenti del Torriani

Cremona 27 dicembre 2020

430 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online