Lunedì, 16 settembre 2019 - ore 04.35

MDV Cremona GIOVEDÌ 4 E SABATO 6 OTTOBRE INTERPRETI UNICI E VIOLINI STRAORDINARI

KIRILL TROUSSOV E LO STRADIVARI BRODSKY 1702- MAXIM VENGEROV E LO STRADIVARI KREUTZER 1727

| Scritto da Redazione
MDV Cremona GIOVEDÌ 4 E SABATO 6 OTTOBRE  INTERPRETI UNICI E VIOLINI STRAORDINARI MDV Cremona GIOVEDÌ 4 E SABATO 6 OTTOBRE  INTERPRETI UNICI E VIOLINI STRAORDINARI

MDV Cremona GIOVEDÌ 4 E SABATO 6 OTTOBRE  INTERPRETI UNICI E VIOLINI STRAORDINARI

 KIRILL TROUSSOV E LO STRADIVARI BRODSKY 1702- MAXIM VENGEROV E LO STRADIVARI KREUTZER 1727

Giovedì 4 e sabato 6 ottobre STRADIVARIfestival ospita due acclamate stelle dell’archetto che, sul palcoscenico dell’Auditorium Giovanni Arvedi, portano strumenti di eccezionale valore con grandi storie da raccontare.

Protagonista del concerto di giovedì 4 ottobre (ore 21) è Kirill Troussov, che suona lo straordinario violino Stradivari Brodsky del 1702, con il quale Adolph Brodsky eseguì il 4 dicembre del 1881 per la prima volta il celebre “Concerto per violino” di Ciaikovskij. Sostenuto e guidato negli anni della sua formazione da Sir Yehudi Menuhin, Troussov è riconosciuto oggi come uno dei maggiori violinisti del panorama internazionale per l’eleganza, la tecnica impeccabile, l’eccezionale sensibilità musicale e la bellezza delle sue sonorità. Nel concerto cremonese, insieme alla sorella, la pianista Alexandra Troussova, oltre a brani di Brahms, Vitali, Tartini e Ravel, Troussov esegue la Sonata in la maggiore di Franck, considerata fra i monumenti della letteratura violinistica, destinati espressamente ai grandi strumentisti.

Prima del concerto, alle 17.30, Kirill Troussov indossa le vesti di cicerone d’eccezione per guidare gli appassionati alla scoperta del Museo del Violino, in un viaggio attraverso cinque secoli di liuteria cremonese (prenotazioni presso la biglietteria del Museo).

 Sabato 6 ottobre (ore 21) Maxim Vengerov imbraccia lo Stradivari datato 1727 e appartenuto a Rodolphe Kreutzer, il dedicatario della più famosa Sonata per violino di Beethoven. Vincitore del premio Wieniawski a soli 10 anni, Vengerov è considerato un esponente di spicco della scuola violinistica russa: tecnica di ferro, prepotente personalità interpretativa, suono robusto e trascinante ma capace di plasmarsi in cantabili cremosi. In duo con il pianista Roustem Saitkoulov, Vengerov propone un programma che spazia da Paganini a Brahms e Ravel.

STRADIVARIfestival è promosso da Museo del Violino e Unomedia, con il patrocinio del Comune di Cremona e il sostegno di Fondazione Arvedi Buschini, MDV friends, della Fondazione di beneficenza “Arte, Scienza e Sport” di Alisher Usmanov, Adecco, Air Liquide, Enel e Steel Mont.

 Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sul festival sono disponibili sul sito www.stradivarifestival.it .

1° foto Kirill Troussov

2° foto Maxim Vengerov (c) B Ealovega

 

 

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

649 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online