Martedì, 16 luglio 2024 - ore 22.40

Mozione sullo stoccaggio gas di Sergnano approvata a Pianengo| Serena Andrea.

In sintesi la mozione evidenzia tutte le criticità ambientali prodotte dallo stoccaggio di gas metano di Sergnano e dalla centrale di pompaggio collegate

| Scritto da Redazione
Mozione sullo stoccaggio gas di Sergnano approvata a Pianengo| Serena Andrea.

Mozione sullo stoccaggio gas di Sergnano approvata a Pianengo| Serena Andrea.

Con la presente mail sono a informarvi di una importante mozione approvata in data 13.04 2023 a Pianengo in cui si chiedono interventi a tutela della sicurezza e salute dei cittadini in merito agli impatti prodotti dall'impianto di stoccaggio e pompaggio gas metano di Sergnano e dei lavori di ammodernamento previsti.

La mozione è stata oggetto di un certo dibattito e confronto che ha prodotto una modifica al primo punto di richieste e la sua pubblicazione corretta è avvenuta solo il 20.04.2023, solo per questo motivo ho tardato nel darne conoscenza alla stampa.

Naturalmente allego alla mail il testo corretto della Mozione presentata dai Consiglieri della lista di maggioranza Serena Andrea e Gatti Stefano e allegati inerenti.

In sintesi la mozione evidenzia tutte le criticità ambientali prodotte dallo stoccaggio di gas metano di Sergnano e dalla centrale di pompaggio collegate  ma anche le forti ricadute sempre ambientali previste per i lavori di ammodernamento dei 35 pozzi dello stoccaggio gas, che verranno sostituiti da 38 nuovi pozzi da trivellare, per un cronoprogramma di lavori, dal momento dell'approvazione del progetto e attualmente ancora al vaglio dei vari enti, stimato in 10 anni.

Sempre nella stessa data di approvazione della mozione di Pianengo, a Sergnano la ditta Snam e Stogit, che prevede di fare questi lavori di ammodernamento, presentava il progetto in una seduta consiliare.

In essa si evidenziava l'intenzione di utilizzare in futuro l'impianto per possibile stoccaggio di idrogeno, sebbene a oggi non esistano studi scientifici adeguati a comprovarne la possibilità e gli effetti sull'ambiente.

La mozione di Pianengo pone in evidenza una serie di interventi, dal monitoraggio dell'aria, dei terreni, dell'acqua, della microsismicità, a uno studio epidemiologico sui territori circostanti lo stoccaggio, oltre a una adeguata fideiussione assicurativa a tutela dei cittadini e in fine alla rinuncia da parte di Snam alla richiesta di utilizzo dell'impianto in sovrapressione, come interventi necessari da parte di Snam e Regione, a tutela del territorio e dei cittadini.

Queste richieste peraltro in gran parte erano già degli impegni scritti che la regione aveva deciso di assumere e finanziare per tutti gli stoccaggi di metano della Lombardia, come evidenziato nell'ordine del giorno votato il 30 Luglio 2018 nel consiglio regionale.

Sicuramente la mobilitazione popolare partita con l'assemblea pubblica dell' 11.03.2023 a Sergnano ha innescato una serie di prese di posizioni istituzionali e di informazione che dimostrano come questi percorsi partecipativi e collettivi possano fare veramente la differenza nel cammino verso un mondo più attento all'ambiente, alla salute e sicurezza dei cittadini, senza sconti alla infinita sete di profitti delle varie multinazionali e gruppi di potere.

Nei prossimi mesi sono previste nuove iniziative e assemblee pubbliche al fine di sensibilizzare sempre di più le persone.

Serena Andrea.

618 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online