Sabato, 04 aprile 2020 - ore 02.06

News Matteo Piloni (Pd) : Liliana Segre in Regione,un inno alla vita- OK ALLA BLOCKCHAIN

Senatrice Segre, : "Una grande emozione e un inno alla vita. “OK ALLA BLOCKCHAIN, MA LA TECNOLOGIA NON FACCIA LIEVITARE I COSTI”

| Scritto da Redazione
News Matteo Piloni  (Pd) : Liliana Segre in Regione,un inno alla vita- OK ALLA BLOCKCHAIN

News Matteo Piloni  (Pd) : Liliana Segre in Regione,un inno alla vita- OK ALLA BLOCKCHAIN

Senatrice Segre, : "Una grande emozione e un inno alla vita. “OK ALLA BLOCKCHAIN, MA LA TECNOLOGIA NON FACCIA LIEVITARE I COSTI”

Senatrice Segre, : "Una grande emozione e un inno alla vita. Chiederemo una seduta del Consiglio regionale al Binario 21": "Ho visto l'odio praticato prima a parole e poi nei fatti e nel mio novantesimo anno di età non posso smettere di combatterlo. Il mondo va verso una deriva di odio, io voglio predicare pace e libertà. E' con queste parole che la senatrice a vita Liliana Segre ha concluso il suo intervento questa mattina in Consiglio regionale, invitando tutti noi consiglieri a visitare, insieme a lei, il Binario 21 di Milano. E' stata una grande emozione averla ascoltata e averle potuto stringere la mano. Un discorso tanto semplice quanto potente. Un inno alla vita e un invito a combattere l'odio in ogni sua forma quotidiana”. Così il consigliere regionale del PD Matteo Piloni ha commentato il discorso in Aula della senatrice a vita e sopravvissuta ad Auschwitz Liliana Segre.

Per Il video  dell’intervento di Liliana Segre al Consiglio Regionale Lombardia  clicca qui

“OK ALLA BLOCKCHAIN, MA LA TECNOLOGIA NON FACCIA LIEVITARE I COSTI” : La blockchain, il ‘registro digitale’, applicato all’attività istituzionale di Regione Lombardia nel settore agricolo e, in particolare, alla tracciabilità dei prodotti. Questo il cuore della proposta di risoluzione approvata nel pomeriggio in consiglio regionale. Favorevole anche il Gruppo regionale del Pd, come spiega Matteo Piloni, capogruppo in VIII Commissione Agricoltura: “I contenuti della risoluzione impegnano il presidente e la Giunta a collaudare esperienze di blockchain con il compito finale di verificare la qualità e la certificazione della filiera del cibo che arriva sulle nostre tavole. Quando parliamo di sicurezza alimentare le banche dati devono poter offrire una interoperabilità assoluta e trasparente, anche in base a precise linee guida. Si tratta, quindi, di sfruttare le potenzialità della tecnologia rispetto alla produzione agroalimentare”. Ma con un’osservazione importante, come aggiunge Piloni: “Bisogna evitare costi più alti per il consumatore e minor competitiva del prodotto. Dobbiamo quindi porre molta attenzione a come vengono impiegate queste novità e quali saranno le conseguenze: la tecnologia deve migliorare il settore, soprattutto dal punto di vista della tracciabilità, e non avere effetti negativi. Molto occorre fare in questo senso per rendere la filiera agroalimentare sempre più trasparente e per garantire la qualità del cibo”.

Milano, 11 febbraio 2020

228 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online