Mercoledì, 05 agosto 2020 - ore 13.18

No alla centrale sul Menasciutto. La telefonata con Ferruccio Rozza.

Con grande ragionevolezza esprime la sua contrarietà al progetto

| Scritto da Redazione
No alla centrale sul Menasciutto. La telefonata con Ferruccio Rozza. No alla centrale sul Menasciutto. La telefonata con Ferruccio Rozza. No alla centrale sul Menasciutto. La telefonata con Ferruccio Rozza.

Abbiamo intervistato l'ex. Presidente del Parco del Serio, Rozza Ferruccio, in merito alla possibile costruzione di una centrale miniidro sulla palata denominata "Menasciutto" tra i comuni di Ricengo e Pianengo.

Con grande ragionevolezza esprime la sua contrarietà al progetto che darebbe pochi benefici alle comunità locali e distruggere un’area di grande bellezza naturalistica, anche il paesaggio va salvato.

L’ex Presidente ha aderito al Comitato Salviamo il Menasciutto

Intervista Gian Carlo Storti, Welfarecremonanetworork, Cremona 5 novembre 2014 

Allegati audio:

Audio 1:

1690 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

#Dopocoronavirus  Fase 2 e 1° maggio Interviste a Soncini (Uil Cr-Mn), Pedretti (Cgil Cr) e Perboni ( Cisl Asse del Po)

#Dopocoronavirus Fase 2 e 1° maggio Interviste a Soncini (Uil Cr-Mn), Pedretti (Cgil Cr) e Perboni ( Cisl Asse del Po)

Le telefonate con i tre Segretari Generali di Cgil-Cisl-Uil della provincia di Cremona intendono puntualizzare la posizione del sindacato in merito alla cosi detta Fase2, ripresa economica e sociale ‘dopo’ emergenza coronavirus e che significato assume la ‘Festa del 1° maggio 2020’ in questo triste frangente della storia mondiale che vede tutti gli stati ed i popoli combattere per sconfiggere il nemico invisibile denominato Codid-19.
Cremona La telefonata con Rosita Viola: Balotta, Malara e Pagliarini simbolo della lotta al coronavirus meritano  la Rosa Camuna 2020

Cremona La telefonata con Rosita Viola: Balotta, Malara e Pagliarini simbolo della lotta al coronavirus meritano la Rosa Camuna 2020

In questa telefonata Rosita Viola , assessore al welfare ed alle pari opportunità, spiega le motivazioni che hanno portato la giunta comunale di Cremona a candidare queste tre professioniste cremonesi alla Rosa Camuna 2020 quale simbolo dell’impegno per fronteggiare l’emergenza sanitaria da COVID-19 e approfondire, attraverso la ricerca, la conoscenza del coronavirus le possibili risorse per la cura.