Domenica, 11 aprile 2021 - ore 23.30

Paolo Losco nuovo coordinatore di Sinistra Italiana della provincia di Cremona

Sono stato eletto coordinatore provinciale di Sinistra Italiana, su proposta del segretario uscente Lapo Pasquetti

| Scritto da Redazione
Paolo Losco nuovo coordinatore di Sinistra Italiana della provincia di Cremona

Paolo Losco nuovo coordinatore di Sinistra Italiana della provincia di Cremona

Sono stato eletto coordinatore provinciale di Sinistra Italiana, su proposta del segretario uscente Lapo Pasquetti, che ringrazio non solo per il lavoro svolto fino ad oggi, ma anche per la disponibilità nel rendersi punto di riferimento nella città capoluogo che, per ovvie ragioni, ho vissuto meno.

Mi riconosco molti difetti, ma anche qualche qualità, una di queste è la coerenza.

Sono stato piacevolmente definito “rompicoglioni” dal segretario regionale uscente Tino Magni, e questa per me è la sintesi dell’attivismo politico.

Sinistra Italiana, la sgarrupata e tutta da costruire Sinistra italiana è comunque la mia casa politica, nella quale continuerò a portare le idee, talvolta appunto da “rompicoglioni”, nella quale continuerò a scontrarmi se ce ne saranno ragioni, ma con la quale continuerò a provare a ridare fiducia e rappresentanza a tutti coloro che si spendono per le stesse idee, che hanno la nostra stessa idea di visione del mondo ma che negli anni, e non senza ragioni, ci hanno reputati poco credibili e degni di quella fiducia.

Questo deve essere l’obiettivo principale e potremo raggiungerlo solo con la coerenza tra l’idea di società che proponiamo e le azioni con le quali tentiamo di viverlo.

Sinistra Italiana ha fatto, negli anni, molti errori, ma il non dare fiducia a questo governo, in cui c’è una imbarazzante spartizione di poltrone da manuale Cencelli, e nel quale non c’è - in tutta evidenza - spazio per la nostra idea di mondo, è stata una scelta di coerenza dalla quale partire.

Ora c’è tanto da costruire, sul territorio nazionale e su quello territoriale. Sta a noi dimostrare che non è con governi dei “migliori” (e mi viene da ridere, a meno che non si riferisca a “tanti Gennari” - questa è per pochi) che si può raggiungere l’equità sociale, la solidarietà, l’inclusione, la lotta alle disuguaglianze.

Facciamolo con coerenza.

Paolo Losco

Cremona 28 febbraio 2021

248 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online