Giovedì, 23 maggio 2024 - ore 01.57

Piadena. Intitolazione della scuola a M.Lodi. L’intervento di G. Savoldi

Davanti al maestro e alla maestra passa sempre il futuro. Non solo quello della scuola, ma quello di un intero Paese. (M.Lodi)

| Scritto da Redazione
Piadena. Intitolazione della scuola a M.Lodi. L’intervento di G. Savoldi Piadena. Intitolazione della scuola a M.Lodi. L’intervento di G. Savoldi Piadena. Intitolazione della scuola a M.Lodi. L’intervento di G. Savoldi

Il 30 aprile a Piadena il Comune ha intitolato la scuola primaria a Mario Lodi. Gianluca Savoldi come rappresentante dell’Area Vasta  ha portato  il saluto del Presidente Vezzini. L’intervento ha toccato  in modo particolare il cuore dei famigliari del compianto Lodi, presenti all’evento.

----------------------------------

Il saluto  del Dott. Gianluca Savoldi Sindaco di Moscazzano (CR) - Consigliere Area Vasta Cremona

Autorità, Alunne e Alunni della Scuola Primaria, Cittadini, buon pomeriggio! Porto i saluti del Presidente della Provincia di Cremona, Carlo Vezzini, a questo momento inaugurale con l’intitolazione della Scuola Primaria di Piadena a Mario Lodi: un segno tangibile della grande opera educativa e didattica del Lodi-pedagogista che, innovando i canoni dell’insegnamento, ha generato una scuola di pensiero divenuta modello ed esempio per le future generazioni. Sono quindi molto onorato di essere qui e vi ringrazio per l’invito.

Costruire il futuro mettendo al centro i bambini, impegnandosi per il diritto degli stessi bambini a far sentire la propria voce nel mondo, è una mission ancora attualissima ed un patrimonio del Maestro Lodi che non dobbiamo assolutamente disperdere. Si tratta di un messaggio ricco di umanità e di attenzione, mirato alle potenzialità del singolo individuo, alla sua espressività e creatività. Un monito che partì proprio dal Vho di Piadena per raggiungere il cuore degli interventi educativi e pedagogici europei e mondiali. Le attività espressive coniugate alla ricerca sul campo, la stampa a scuola, la scrittura individuale di storie, liberavano - allora come oggi - la fantasia dell’individuo per un suo sviluppo integrale.

“I buoni libri creano l’abitudine a pensare”. Ci sono autori curiosamente legati ad un titolo. Mario Lodi, nonostante la settantina di titoli della sua bibliografia, per un trentenne come me è soprattutto Cipì, la storia del passerotto curioso di tutto ciò che gli accade intorno, che si muove coraggioso ed anche un po’ incosciente tra buoni e cattivi, e che a proprie spese, attraverso l’esperienza, cresce e matura. Qui si racchiude il metodo di lavoro del Maestro Lodi: la quotidianità e il protagonismo dei ragazzi.

L’intitolazione di oggi va al di là del mero simbolo fissato su di un muro, per divenire un messaggio che appartiene ad alunni e docenti, un messaggio che parte dal singolo e diventa patrimonio di Piadena e della collettività. Di questo percorso voglio ringraziare in modo particolare Ivana Cavazzini, i promotori, il dirigente scolastico, le insegnanti e gli amministratori locali e i famigliari perché preservare questa tradizione pedagogica significa porre le basi per un pieno sviluppo della società, per una qualità della vita migliore per tutti, con il pieno riconoscimento delle potenzialità di ognuno, spinti verso il bene comune.

L’opera realizzata da Alfredo Gioventù sulla facciata della scuola primaria ricorderà Mario Lodi, le vostre azioni come insegnanti e l’impegno di voi alunni diventeranno allora il nostro bene comune.

Per chiudere, vi lascio con una Sua celebre citazione, che oggi diventa forse l’augurio più bello: “davanti al maestro e alla maestra passa sempre il futuro. Non solo quello della scuola, ma quello di un intero Paese”.

L’Italia allora riparta dai bambini!

Grazie!

2321 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria