Giovedì, 18 ottobre 2018 - ore 19.34

PILONI (PD): AVANTI CON L'AUTONOMIA MA NON SIA UN ALIBI PER RINVIARE LE RISPOSTE AI CITTADINI

Oggi in Consiglio Regionale abbiamo discusso in merito all'iniziativa per l'attribuzione alla Regione Lombardia di ulteriori forme e condizioni particolari di Autonomia. Una discussione lunga, a tratti ancora fumosa e ideologica.

| Scritto da Redazione
PILONI (PD): AVANTI CON L'AUTONOMIA MA NON SIA UN ALIBI PER RINVIARE LE RISPOSTE AI CITTADINI

PILONI (PD): AVANTI CON L'AUTONOMIA MA NON SIA UN ALIBI PER RINVIARE LE RISPOSTE AI CITTADINI

“Oggi in Consiglio Regionale abbiamo discusso in merito all'iniziativa per l'attribuzione alla Regione Lombardia di ulteriori forme e condizioni particolari di Autonomia. Una discussione lunga, a tratti ancora fumosa e ideologica.

Il tema invece é serio e come tale va affrontato. La scelta di utilizzare lo strumento referendario ha dato alla questione un mero sapore di propaganda. Su quello strumento, su quella spesa di 56milioni di euro, non eravamo d'accordo e restiamo contrari, ma il danno é fatto, oggi non ci sono più scuse. Il confronto sul regionalismo differenziato é aperto e va perseguito nel solco della trattativa aperta dal Governo Gentiloni. Oggi in Aula il gruppo della Lega ha ripetuto più volte che si é aperta una fase nuova. Bene. Noi ci siamo. Non abbiamo cambiato idea sul referendum, sbagliato, e sullo spreco di denaro pubblico per il quale qualcuno, prima o poi, dovrà rendere conto. Ci interessa il merito e proprio per questo ci auguriamo che questa non sia l'ennesima trattativa che viene fermata dalle stesse mani che la portano avanti, come accaduto 10 anni fa, quando la trattativa aperta dal Governo Prodi fu poi interrotta da Maroni, allora ministro dell'interno. Nell'attesa che la trattativa approdi ad un risultato, l'invito che rivolgo é quello di non interpretare l'autonomia come unica soluzione ai tanti problemi dei Lombardi. I problemi ci sono e vanno affrontati subito: dai treni alle infrastrutture, dal diritto allo studio alla riforma dei cronici. Lavoriamo da subito per risolvere questi problemi e, nel contempo, per affrontare con serietà e nel merito una trattativa per consentire alla Lombardia maggiori funzioni e relative risorse con quella visione d'insieme che rafforzi il nostro Paese, tutto, e i servizi ai cittadini. Portando un contributo vero al dibattito sull'assetto Istituzionale del Paese. Chiedo troppo? È per questi motivi che anche noi, come PD, abbiamo votato a favore dell'ordine del giorno presentato.”

Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Matteo Piloni in merito all’approvazione, oggi all’unanimità in Consiglio regionale, di un ordine del giorno per la ripresa della trattativa con il Governo sull’Autonomia.

Milano, 15 Maggio 2018

282 visite

Articoli correlati