Venerdì, 10 aprile 2020 - ore 20.47

Pisapia: "Moratti non sa neppure cosa sia il garantismo

| Scritto da Redazione
Pisapia:

Dichiarazione di Giuliano Pisapia, candidato sindaco di Milano per il centrosinistra
Comunali, Pisapia: "Moratti non sa neppure cosa sia il garantismo”
“Letizia Moratti non sa nemmeno di cosa parla, non sa cosa sia il garantismo. Probabilmente lo confonde con il garantire posti di potere in Comune e nelle partecipate ai suoi protetti. Ora che si trova in difficoltà ha perso ogni pudore. La mia storia personale parla per me e non saranno certo le ridicole dichiarazioni dell’attuale sindaco - che non ha mai avuto il coraggio di dire una parola contro il padrone del suo partito - a farne ombra.
Incoerenza e scorrettezza morale? Dette da lei, queste parole sono complimenti visto che lei, donna, si accompagna politicamente a uomini-padroni che delle donne non hanno nessun rispetto .
Garantismo a corrente alternata? Presa dal suo fervore iconoclasta, la Moratti non si è neppure accorta che, in questa campagna elettorale mi sono occupato di Milano e dei problemi di chi vive e lavora in città, ai quali lei non ha dato ascolto né risposte. E forse non si è accorta nemmeno che il capolista del suo partito a Milano è indagato per gravi reati ed è già sia stato rinviato a giudizio, tra l’altro, per prostituzione minorile e per altri fatti che hanno turbato profondamente la coscienza di molti. La presunzione di non colpevolezza è un principio costituzionale al quale credo profondamente: non saranno gli insulti della Moratti a farmi cambiare idea, ma sappia che risponderò colpo su colpo alle sue urla scomposte.

La signora Letizia Moratti nel prendere ordine su cosa dire, salvi almeno un briciolo di dignità”.

Milano, 29 aprile 2011

1392 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

CORONAVIRUS: GRUPPO PD REGIONE LOMBARDIA, ‘MODIFICARE LE RESTRIZIONI PER MERCATI, MUSEI, SPORT E SPETTACOLI’

CORONAVIRUS: GRUPPO PD REGIONE LOMBARDIA, ‘MODIFICARE LE RESTRIZIONI PER MERCATI, MUSEI, SPORT E SPETTACOLI’

Il gruppo regionale del Pd della Lombardia ha inviato questo pomeriggio una lettera al presidente della Regione Attilio Fontana e al ministro della Salute Roberto Speranza per chiedere, compatibilmente con il principio primario della tutela della salute dei cittadini, di apportare alcune modifiche alle restrizioni in atto nella zona gialla per evitare che interi settori economici della Regione finiscano in ginocchio.