Sabato, 08 agosto 2020 - ore 08.24

Poste Italiane, Franco Bordo (Sinistra Italiana): 'Privatizzazione inaccettabile'

Il Deputato: «Ai privati interessa solo il business, non che il servizio sia garantito»

| Scritto da Redazione
Poste Italiane, Franco Bordo (Sinistra Italiana): 'Privatizzazione inaccettabile'

«La sottovalutazione, da parte del Governo, dei ripetuti disservizi postali che stanno colpendo tutta Italia è inaccettabile»: così Franco Bordo, Deputato di Sinistra Italiana, dopo il question time odierno alla Camera. «Il Ministro Calenda, rispondendo alla nostra interrogazione, ha confermato la volontà del Governo di procedere alla totale privatizzazione di Poste Italiane: ciò comporterà una perdita ulteriore di controllo da parte dello Stato, non solo in termini azionari, ma soprattutto per quanto riguarda i servizi ai cittadini e alle imprese», prosegue il parlamentare.

«Anziché impegnarsi per recuperare una situazione gravissima, in cui, dalle Alpi alla Sicilia, si registrano ritardi, disordini e cumuli di posta non consegnata e giacente nei depositi, il Governo avalla il processo di privatizzazione, che porterà altri peggioramenti. Ai privati interessa solo il business derivante dal settore finanziario-assicurativo che gestisce Poste Italiane, non certo che sia garantito il servizio postale a tutti», aggiunge il Deputato.

«Come Sinistra Italiana, continueremo con le nostre iniziative parlamentari sui territori, insieme ai Comuni, alle Associazioni dei consumatori e ai sindacati, in difesa di una delle più importanti aziende dello Stato e soprattutto a tutela dei diritti dei cittadini», conclude Franco Bordo.

1381 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online