Giovedì, 17 ottobre 2019 - ore 13.28

Primarie PD. La telefonata con Pizzetti che vince il confronto con Magnoli.

| Scritto da Redazione
Primarie PD. La telefonata con Pizzetti che vince il confronto con Magnoli.

Pochi minuti dopo lo scrutinio abbiamo sentito Luciano Pizzetti al telefono.
E’ molto soddisfatto del risultato conseguito in una situazione difficile. Infatti supera Magnoli , lo sfidante segretario provinciale, di circa 300 voti.
“Ora-dice Pizzzetti-è il momento di restare uniti. Il mio non è un voto di apparato ma di popolo. Sono molto soddisfatto del risultato di Cinzia Fontana che supera anch’essa questa difficile prova. Il nostro elettorato ha riconosciuto il lavoro dei parlamentari uscenti”.

A nostra precisa domanda se Magnoli si deve dimettere Pizzetti risponde che “ lui non chiede dimissioni , ma chiede al segretario, che ha innescato questa sfida, di operare per riunificare il partito in vista della scadenza del 24 febbraio. Sarebbe un disastro arrivare alle elezione  con un partito dilaniato”.

Insomma Pizzetti da vincitore non umilia Magnoli ma gli chiede una grande sforzo per tenere unito il partito e vincere le prossime elezioni.

Intervista di Gian Carlo Storti
www.welfarecremonanetwork.it
Cremona 29 dicembre 2012  (ore 23)

Per saperne di più sui dati clicca qui
Primarie-Parlamentari PD. I dati Provinciali Cremona
https://www.welfarenetwork.it/primarie-parlamentari-pd-i-dati-provinciali--20121229/

Ascolta la telefonata a Luciano Pizzetti.
Primarie PD. Pizzetti vince il confronto con Magnoli.

1502 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

La telefonata con Laura Valenti (Flc-Cgil Cremona)  A che punto siamo  con il confronto con il Governo sulla Scuola?

La telefonata con Laura Valenti (Flc-Cgil Cremona) A che punto siamo con il confronto con il Governo sulla Scuola?

In questa breve telefonata Laura Valenti, segretaria generale FLC-Cgil Cremona) fa il punto della situazione del confronto con il governo a seguito della revoca dello sciopero del 17 maggio indicando i problemi aperti: No alla regionalizzazione del sistema istruzione, questione dei precari e ulteriori risorse economiche da garantire al personale di ogni ordine e grado