Lunedì, 19 agosto 2019 - ore 23.15

Rapporto Unhcr evidenzia discriminazioni sugli apolidi

MINORANZE APOLIDI NEL MONDO: RAPPORTO DELL’UNHCR EVIDENZIA LE DISCRIMINAZIONI DI CUI SONO VITTIME

| Scritto da Redazione
Rapporto Unhcr evidenzia discriminazioni sugli apolidi
 Discriminazione, esclusione e persecuzione sono drammatiche realtà per molte delle minoranze apolidi nel mondo, secondo un nuovo rapporto dell’UNHCR che richiama l’importanza di un’azione immediata per assicurare uguali diritti di cittadinanza per tutti. 

Oltre il 75% delle popolazioni apolidi del mondo appartengono a gruppi minoritari, si legge nel rapporto. La loro prolungata marginalizzazione, se non affrontata, può causare scontento, alimentare la paura e, nei casi più estremi, portare a instabilità, insicurezza e a migrazioni forzate. 

Sebbene il rapporto si basi su ricerche effettuate prima della fine di agosto, quando centinaia di migliaia di Rohingya – la più numerosa minoranza apolide al mondo – hanno cominciato a fuggire dal Myanmar verso il Bangladesh, la loro situazione è comunque rappresentativa di quali conseguenze possono portare anni di discriminazione ed esclusione protratta con le loro ricadute sullo status di cittadinanza.

“Gli apolidi cercano solo di godere degli stessi diritti fondamentali di cui godono tutti gli altri cittadini. Ma le minoranze apolidi, come i Rohingya, sono spesso vittime di discriminazioni e di una sistematica privazione dei propri diritti”, ha dichiarato l’alto commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati, Filippo Grandi.

“Negli scorsi anni sono stati fatti passi avanti importanti nell’affrontare l’apolidia nel mondo. Tuttavia nuove sfide, come l’aumento degli esodi forzati e la privazione arbitraria della nazionalità, stanno mettendo in pericolo questi progressi. Gli Stati devono agire ora e in maniera decisa per porre fine all’apolidia”, ha aggiunto Grandi.

Il rapporto “This is our home: Stateless minorities and their search for citizenship” (Questa è la nostra casa: minoranze apolidi e la loro ricerca di una nazionalità) è pubblicato in occasione del terzo anniversario del lancio della campagna UNHCR #IBelong per porre fine all’apolidia. Il rapporto si basa su consultazioni condotte tra il maggio e il giugno del 2017 con persone apolidi, persone che lo sono state o persone appartenenti a minoranze a rischio di apolidia in Madagascar, Ex-Repubblica Jugoslava di Macedonia e Kenya, che sono state individuate come esempi per evidenziare i problemi che le minoranze apolidi di tutto il mondo si trovano ad affrontare quotidianamente. 

545 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online