Domenica, 24 marzo 2019 - ore 11.51

Report Matteo Piloni (PD) Dalla Regione Lombardia 12/03/2019 : Infrastrutture , presenza mafia in regione

INFRASTRUTTURE,“LE POSIZIONI IDEOLOGICHE DEL GOVERNO STANNO DANNEGGIANDO IL NORD E LA LOMBARDIA”; La mafia è dietro gli incendi in depositi di rifiuti, la sanità, il turismo, l'edilizia.

| Scritto da Redazione
Report Matteo Piloni (PD) Dalla Regione Lombardia 12/03/2019 : Infrastrutture , presenza mafia in regione

Report Matteo Piloni (PD) Dalla Regione Lombardia 12/03/2019 : Infrastrutture , presenza mafia in regione

INFRASTRUTTURE,“LE POSIZIONI IDEOLOGICHE DEL GOVERNO STANNO DANNEGGIANDO IL NORD E LA LOMBARDIA”; La mafia è dietro gli incendi in depositi di rifiuti, la sanità, il turismo, l'edilizia.

----------------

INFRASTRUTTURE, PILONI (PD): “LE POSIZIONI IDEOLOGICHE DEL GOVERNO STANNO DANNEGGIANDO IL NORD E LA LOMBARDIA” “La posizione ideologica che il Governo si ostina a tenere sulle infrastrutture sta danneggiando, giorno dopo giorno, tutto il nord e la Lombardia in particolare”. Lo dice il consigliere regionale del PD Matteo Piloni in merito alle dichiarazioni sui cantieri più strategici in Italia rilasciate dal presidente del Consiglio in visita in Sicilia, insieme al ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli, per facilitare lo sblocco del cantiere della Statale 640 Agrigento-Caltanissetta.

“Al Nord si contano 300 cantieri che attendono di essere sbloccati, per un valore di 12,6 miliardi – sottolinea Piloni - Di questi, 2,7 miliardi solo in Lombardia, con l’alta velocità ferroviaria tra Brescia e Verona e l’autostrada Cremona-Mantova. E il premier Conte dichiara che la Agrigento-Caltanissetta è un cantiere altrettanto strategico per l’Italia, se non più della Tav! Perché il governo a trazione leghista vuole bloccare il Nord produttivo? Crede davvero che viaggino più merci in Sicilia che in Lombardia?”

“Dopo 17 anni stiamo ancora aspettando che Regione Lombardia ci dica se la Cremona-Mantova si farà. Nei mesi scorsi è stato ripreso il tema e il presidente Fontana si è assunto l’impegno di dare delle risposte definitive, con tempi e investimenti certi, entro luglio. Dobbiamo aspettarci che le contraddizioni di questo Governo faranno ulteriormente slittare i tempi? Forse – conclude il consigliere - va ricordato a qualcuno che il lavoro e lo sviluppo passano anche e soprattutto attraverso gli investimenti sulle infrastrutture”.

---------------

Matteo Piloni : la mafia è dietro gli incendi in depositi di rifiuti, la sanità, il turismo, l'edilizia,

Egr. Direttore,   Gli incendi in depositi di rifiuti, la sanità, il turismo, l'edilizia, i traffici illeciti: il secondo rapporto sulla presenza mafiosa in Lombardia di Cross, l’Osservatorio sulla criminalità organizzata dell’Università degli Studi di Milano, coordinato dal professor Nando Dalla Chiesa e presentato ieri in Regione, dipinge un quadro a tinte sempre più fosche.

Da parte di Regione Lombardia e del consiglio regionale è importante non abbassare mai la guardia e proseguire nel sostegno di iniziative come quella presentata dall’osservatorio Cross: il nostro obiettivo è sconfiggere le mafie e per raggiungerlo bisogna conoscerle e studiarle.

La ricerca di Cross ci ha illustrato anche l’emergere delle mafie straniere in Lombardia, come dimostrano, tra l’altro, i frequenti fatti di cronaca con gli arresti per traffico di droga, come quelli avvenuti a Brescia nei giorni scorsi. Non è che un ulteriore tassello che non ci deve far dimenticare il radicamento delle mafie nostrane, sempre più forti e insediate sul territorio. Grande attenzione va posta anche al fenomeno del caporalato, presente in Lombardia non solo nel settore agroalimentare, ma anche in quello edilizio e tessile, per il quale abbiamo iniziato, proprio su richiesta del Pd, un percorso in consiglio regionale con l'obiettivo di migliorare la normativa regionale e le attività di controllo e prevenzione.

A preoccuparci devono, poi, essere anche i fenomeni come l’infiltrazione nella sanità e nell'edilizia, già da tempo obiettivo di tutte le mafie, ma anche nelle farmacie e in una parte dell’offerta turistica. Una diversificazione che complica il controllo da parte di inquirenti e forze dell’ordine che hanno il bisogno di avere l' Istituzione regionale al loro fianco.

 

 

161 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online