Lunedì, 17 gennaio 2022 - ore 20.20

Ritorno in libreria per Vincenzo Rampolla con trilogia di racconti sull'uomo

Il libro è stato presentato in streaming lo scorso 3 dicembre dalla compagnia teatrale «La Pulce»

| Scritto da Redazione
Ritorno in libreria per Vincenzo Rampolla con trilogia di racconti sull'uomo

Ritorno in libreria per Vincenzo Rampolla con una trilogia di racconti sull'uomo, i suoi volti e istinti.

Il libro  è stato presentato in streaming lo scorso  3 dicembre dalla compagnia teatrale «La Pulce». Tra i relatori, anche Alessandro Quasimodo.

Una trilogia di racconti suddivisa per tematiche. Con l'ambizioso progetto che raccoglie ben 200 storie, distribuite nei libri «Graffiti», «La maschera» e «Gladis», ritorna in libreria lo scrittore piemontese Vincenzo Rampolla.

Sono tre volumi, editati dalla Aletti, graficamente accattivanti, che, come indicato nel testo del retro di copertina: «Insieme narrano l’uomo. Separatamente, ognuno tocca i desideri, i sogni, le paure, la follia umana e i giochi d’amore, fino a sfiorare l'assurdo e il piacere dell’impossibile». In analogia con le tematiche trattate, il linguaggio si modella al contenuto e si presenta sotto diversi stili e generi, conservando un'accattivante scorrevolezza.

I libri saranno presentati il 3 dicembre prossimo, in streaming su Youtube al link https://www.youtube.com/watch?v=QuL08gZmKBk, dalla compagnia teatrale bergamasca «La Pulce». Impreziosirà l'incontro, l'attore, regista e poeta Alessandro Quasimodo, nonché figlio del poeta Premio Nobel Salvatore Quasimodo. Quasimodo junior è un grande estimatore di Rampolla, da quando, nelle vesti di Presidente di Giuria del premio Quasimodo, lo ha premiato come finalista per il toccante e robusto romanzo «Una madre ebrea», dove sono narrate le vicende familiari di Rampolla, dall'infanzia del dopoguerra ai giorni d'oggi, e per la preziosa testimonianza in «Aio, una storia vera, 30 anni di scritti dal carcere», nelle cui pagine lo scrittore fa confluire la sua esperienza di volontario presso il carcere di Bergamo, in qualità di docente per detenuti iscritti all'università.

All'incontro, che sarà un momento di approfondimento sulla scrittura di Rampolla e le sue opere, che hanno rilevanza sociale e storica, interverranno anche il vicesindaco di Ponte San Pietro, Marzio Zirafa; lo scrittore e attore Alessandro Gamba; la fotografa Rosa Ciminelli; il regista Enzo Peruta.

Per anni articolista al Giornale di Bergamo, promotore di corsi di scrittura creativa, Rampolla è anche pittore e saggista. Artista eclettico, classe '43, una laurea in Fisica Nucleare, una grande attenzione verso le problematiche sociali, e nello specifico per quelle della città di Bergamo dove ha anche fondato un Centro di Sostegno allo Studio, Rampolla ha vissuto tante vite in una. La sua è una vita intensa, avventurosa e ricca di casi umani, sociali e culturali, di viaggi e lunghi periodi vissuti in località sparse per il mondo. Tante esperienze uniche, che ne hanno alimentato la qualità e la profondità della scrittura.

248 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online