Lunedì, 17 maggio 2021 - ore 15.11

Roberto Vellano ambasciatore a Cuba

| Scritto da Redazione
Roberto Vellano ambasciatore a Cuba

“Assumo l’incarico all’Avana in un periodo di sfide economiche e sanitarie comuni, ma anche di grandi opportunità per far progredire la collaborazione italo-cubana in tutti i settori, nello spirito di simpatia e amicizia che da sempre caratterizza i nostri rapporti”. Così Roberto Vellano da oggi nuovo Ambasciatore d’Italia a Cuba.

Torinese, classe 1963, Vellano si laurea in scienze politiche all’Università di Torino ed entra in carriera diplomatica nel 1989. Il primo incarico alla Farnesina è alla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo. Nel 1991 il primo incarico all’estero: è secondo segretario commerciale a Maputo, dove nel 1994 viene confermato con funzioni di Primo segretario commerciale. L’anno successivo è Primo segretario a Madrid. Nel 1999 rientra a Roma, prima alla DG Affari Politici e poi a Capo della Segreteria della DG Paesi Africa sub-sahariana. Nel 2000 è consigliere diplomatico dell’allora Ministro della Pubblica Istruzione, ma l’anno successivo torna al Maeci, alla DG Cooperazione Sviluppo.

Nel 2002 è consigliere a Varsavia, dove nel 2005 viene confermato con funzioni di Primo consigliere. L’anno successivo lascia la Polonia per la Svizzera: è Primo consigliere alla Rappresentanza permanente presso le Organizzazioni Internazionali a Ginevra. Nel 2010, di nuovo a Roma, viene assegnato prima alla DG Cooperazione Politica Multilaterale e Diritti Umani e poi alla DG Affari Politici e Sicurezza, sede in cui dall’ottobre 2011 assume funzioni vicarie del Vice Direttore Generale/Direttore Centrale per le Nazioni Unite e i Diritti Umani.

Nel 2012 è Ambasciatore a Maputo accreditato, con credenziali di Ambasciatore, anche a Mbabane (Swaziland); nel 2016 torna alla Farnesina, alle dirette dipendenze del Direttore Generale per la Promozione del Sistema Paese. L’anno successivo è Vice Direttore Generale per la Promozione del Sistema Paese/Direttore Centrale per la promozione della cultura e della lingua italiana, assumendo dal luglio dello stesso anno anche le funzioni vicarie del Direttore Generale, incarico che ora lascia per Cuba dove succede ad Andrea Ferrari. (aise) 

221 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria