Mercoledì, 25 novembre 2020 - ore 18.20

Scuola Non è il personale ATA che determina la settimana corta di Laura Valenti (Cgil Cremona)

Il personale ATA, 'seconda gamba della scuola' fa il suo dovere al Racchetti-Da Vinci come altrove. Nei giorni scorsi sulla stampa locale sé sviluppata una discussione sulla settimana corta a scuola. In alcuni commenti è stato detto che sarebbe il personale ATA a voler spingere in questa direzione. La sindacalista della Cgil scuola di Cremona in una lettera chiarisce.

| Scritto da Redazione
Scuola  Non è il personale ATA che determina la settimana corta di Laura Valenti (Cgil Cremona) Scuola  Non è il personale ATA che determina la settimana corta di Laura Valenti (Cgil Cremona) Scuola  Non è il personale ATA che determina la settimana corta di Laura Valenti (Cgil Cremona)

Poiché non è certamente il personale Ata a determinare l’eventuale chiusura della scuola al sabato (né al Racchetti-Da Vinci né altrove), ci chiediamo sulla base di quali dati si sia potuto affermare ciò. È bene dunque precisare che la scelta viene effettuata dal Consiglio di istituto che delibera sull’orario settimanale delle lezioni, sull’orario di inizio e di fine delle lezioni giornaliere, compresa la settimana corta, tenuto conto delle necessità organizzative interne ed esterne (come ad esempio i trasporti ed il servizio mensa, ove esistente, esperite tutte le possibili azioni di coordinamento con gli enti e le società locali). Nessun altro ha potere decisionale. Circa le specifiche, e circostanziate, accuse espresse sul personale ATA dipendente del Racchetti- Da Vinci (giocare a carte con il pc, fumare, chattare, scaldare la sedia ecc) suggeriamo di denunciare, se tale è la verità e ‘prova provata ’, al dirigente scolastico i dipendenti lavativi. Il dirigente ha infatti tutti gli strumenti a disposizione per poter procedere alle eventuali sanzioni del caso. Noi che il personale Ata lo conosciamo, diciamo invece che i dipendenti della scuola statale svolgono il loro lavoro con professionalità, con competenza e anche con dedizione! Nonostante i pesanti tagli subiti negli ultimi anni, nonostante questo governo, così come i precedenti, abbia scelto di disinvestire su tali figure, il personale Ata continua ad essere la ‘seconda gamba’ della Scuola dell’Autonomia e a garantire i servizi di supporto alla didattica a tutti i livelli. Superiamo i luoghi comuni e dedichiamo invece un po’ del nostro tempo a capire meglio come funziona la scuola e chi la fa funzionare nonostante tutto. Questo si lo dobbiamo ai nostri studenti!

Laura Valenti (segretario generale per la segreteria Flc Cgil Cremona)

 

1300 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online