Sabato, 11 luglio 2020 - ore 07.32

Serie B, la Cremonese è uscita dalla crisi?

La Cremonese è definitivamente uscita dalla crisi? Forse è ancora troppo presto per dirlo, ma qualche (deciso) passo in avanti è stato comunque registrato.

| Scritto da Redazione
Serie B, la Cremonese è uscita dalla crisi?

La vittoria contro il Trapani ha infatti dato una boccata d’aria fresca alla squadra di Massimo Rastelli, soprattutto per come si è svolta: una bella cinquina, con una prestazione molto convincente, che fa ben sperare.

“Sperare” è la parola più giusta per descrivere la situazione della Cremonese, perché la classifica – nonostante tutto – non è stata smossa più di tanto. La zona retrocessione è molto vicina: se il campionato finisse oggi, il team di Rastelli giocherebbe i play out. Vediamo dunque di analizzare lucidamente la situazione, per capire se ci sono i margini per chiudere positivamente l’annata.

Contro il Trapani la vera Cremonese?

Domenica scorsa è andata in scena una partita cruciale per la Cremonese, uno scontro diretto contro il Trapani che avrebbe potuto spedire direttamente all’inferno la squadra di Rastelli. Per fortuna (e per bravura), la pratica è stata archiviata con cattiveria agonistica e con convinzione, con un 5 a 0 che ha ovviamente risollevato gli animi.

Grande protagonista del match è stato l’ex Primavera Lazio Simone Palombi, che ha messo a segno i primi due gol della partita nell’arco di 4 minuti, fra l’11esimo e il 15esimo del primo tempo. Grazie a Palombi, dunque, il match è stato sistemato immediatamente sui binari migliori, e poi è proseguito all’insegna della goleada.

Al tabellino si sono iscritti anche Gianluca Gaetano, Antonio Piccolo e Francesco Migliore. Il peggio è passato? Tutt’altro. Secondo i principali siti di scommesse sulla serie B, come William Hill, la prossima partita contro l’Ascoli (che si svolgerà sabato 22 alle ore 15.00) sarà molto complicata: potrebbe essere il vero ago della bilancia. In caso di vittoria, la Cremonese avvicinerebbe gli avversari, mettendo poi pressione a tante squadre.

Cremonese, tutto dipende dal calendario?

Il calendario della Cremonese rischia di pesare parecchio sulle sorti della squadra, perché dovrà affrontare due trasferte molto insidiose. La prima contro il già citato Ascoli, dove si giocherà una buona fetta delle proprie ambizioni, e la seconda contro il Cittadella, una squadra magari non in condizioni brillantissime ma in piena corsa promozione.

Naturalmente la partita più bollente sarà quella contro l’Ascoli, soprattutto perché confermarsi non è mai semplice. La Cremonese, inoltre, si presenta al match con qualche acciacco di troppo, dato che ci sono ancora dei dubbi sulla presenza di Kingsley e Mogos.

In sintesi, è proprio la Cremonese la squadra che ha più da perdere da questa partita. È giusto chiudere citando la bella iniziativa che avrà luogo proprio sabato 22: l’Ascoli ospiterà infatti i bimbi di Acquasanta Terme, di Arquata del Tronto e di Amatrice, per il progetto “Insieme si fa prima”, legato al supporto alle famiglie vittime dei terremoti.

492 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria