Domenica, 25 agosto 2019 - ore 03.41

‘Teoria del gender’. La ministra Fedeli ha ben chiarito di Franco Verdi (Cremona)

Non c'è alcuna abolizione delle differenze tra uomo e donna, ma impegno educativo e formativo a combattere le disuguaglianze.

| Scritto da Redazione
‘Teoria del gender’. La ministra Fedeli ha ben chiarito di Franco Verdi (Cremona)

Signor direttore, vorrei informare i lettori dell'interessante dibattito, sviluppato sulle pagine del quotidiano ‘Avvenire’ - sottolineo fonte e contenuto -nei numeri del 14-20-21 dicembre, relativamente alle posizioni della neoministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli, subito accusata dalla piazza mediatica di essere fautrice e ‘testimonial’della

 ‘Teoria del gender’. La ministra Fedeli ha ben chiarito che le parole ‘parità ’ e ‘genere’ contenute nel famoso comma 16 della legge sulla ‘Buona Scuola’(107/15) sono saldamente ancorate non al tema che viene sbandierato con il termine ‘gender ’ inteso come negazione ‘neutra’ della realtà maschile e femminile degli esseri umani, ma alla considerazione e al cocreto ruolo delle donne e degli uomini nelle nostre società e alle possibili, e purtroppo ancora non infrequenti, discriminazioni e violenze subite dalle prime sin da bambine. Chiarificazione importante, e impegnante ad azioni concrete, che viene onestamente riconosciuta e avvalorata dal direttore di ‘Avvenire’, Marco Tarquinio, da Elena Centemero, responsabile scuola di Forza Italia, da Maria Grazia Colombo, vicepresidente nazionale del Forum delle Associazioni Familiari.

 Quindi non c'è alcuna abolizione delle differenze tra uomo e donna, ma impegno educativo e formativo a combattere le disuguaglianze. Con buona pace dei detrattori della ministra, piazzaioli vigilanti, in piedi o seduti.

Franco Verdi (Pd Scuola - Cremona)

982 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online