Mercoledì, 16 giugno 2021 - ore 01.08

Traliccio incendiato nel Cremonese

E' il secondo episodio in provincia dal 16 gennaio

| Scritto da Redazione
Traliccio incendiato nel Cremonese

Un traliccio ripetitore per la Rete 5G è stato incendiato la scorsa notte a Offanengo (Cremona). Le fiamme si sono sviluppate lungo tutto il pilone, raggiungendo i 20 metri d'altezza.

E sul luogo dell'incendio sono state trovate scritte contro la digitalizzazione e il 5G.

E' quanto riportato oggi da vari quotidiani.

Sul posto, un campo chiuso, usato come zona di allenamento per arcieri, sono intervenuti i carabinieri di Crema (Cremona) oltre ai Vigili del fuoco . E' il secondo episodio di questo tipo che si è verificato nel Cremasco, dato che il 16 gennaio scorso un altro attentato a un ripetitore si era verificato a Casale Cremasco (Cremona), anche quello doloso dato il ritrovamento di varie scritte anti-5G. (ANSA).

293 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

Gli alunni di Ripalta Cremasca a Castelporziano con il Presidente Mattarella

Gli alunni di Ripalta Cremasca a Castelporziano con il Presidente Mattarella

Ci saranno anche gli alunni della Scuola Primaria Statale Giovanni Pascoli di Ripalta Cremasca (dell’Istituto Comprensivo E. Fermi di Montodine) venerdì 11 giugno a Roma, protagonisti del primo campo scuola in fattoria nella tenuta presidenziale di Castelporziano, inaugurato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della 1° Festa dell’educazione alimentare nelle scuole, che darà il via alla stagione estiva delle fattorie didattiche.
Sopralluogo al Cantiere della Scuola Superiore APC del presidente Fontana.

Sopralluogo al Cantiere della Scuola Superiore APC del presidente Fontana.

Tra i presenti la dirigente scolastica Roberta Mozzi, con il responsabile dell’ufficio tecnico dell’I.S.S. “J. Torriani”, Vincenzo Senatore, il Presidente della Provincia di Cremona, Paolo Mirko Signoroni con il consigliere provinciale delegato al Patrimonio ed Edilizia scolastica, Rosolino Azzali, seguito dal Coordinatore e Dirigente della Provincia al Patrimonio ed edilizia Scolastica avv. Massimo Placchi con i funzionari Massimiliano Rossini e Massimo Masotti.