Domenica, 09 agosto 2020 - ore 01.31

ZEUS Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web

All'esame del Parlamento c'è attualmente la conversione in legge del decreto sulle intercettazioni, che lo scorso 17 giugno è stato approvato al Senato (dopo che il governo ha posto la fiducia) e ora passa alla Camera.

| Scritto da Redazione
ZEUS Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web

ZEUS Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web

La legge sulle intercettazioni introduce l'obbligo per i provider di bloccare tutti i contenuti espliciti.

All'esame del Parlamento c'è attualmente la conversione in legge del decreto sulle intercettazioni, che lo scorso 17 giugno è stato approvato al Senato (dopo che il governo ha posto la fiducia) e ora passa alla Camera.

Il testo della conversione in legge, però, contiene una sorpresa che non era presente nel decreto iniziale: si tratta dell'articolo 7bis, intitolato Sistemi di protezione dei minori dai rischi del cyberspazio e, in pratica, consiste nell'introduzione in Italia dei filtri anti-pornografia per il web.

L'emendamento è stato proposto dalla Lega e prevede che «I contratti di fornitura nei servizi di comunicazione elettronica disciplinati dal codice di cui al decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259 devono prevedere tra i servizi preattivati sistemi di parental control ovvero di filtro di contenuti inappropriati per i minori e di blocco a contenuti riservati a un pubblico di età superiore agli anni diciotto».

Leggi l'articolo originale su ZEUS News - https://www.zeusnews.it/n.php?c=28127

589 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online