Domenica, 25 settembre 2022 - ore 01.32

Alex Corlazzoli.Diario d’un maestro di campagna.

| Scritto da Redazione
Alex Corlazzoli.Diario d’un maestro di campagna.

Esce per Altreconomia Edizioni:“Riprendiamoci la scuola”
Diario d’un maestro di campagna.
Come sopravvivere alla scuola italiana e cambiarla
La “lotta di classe” di un maestro precario. Un libro che racconta la “resistenza” della scuola italiana e fornisce gli strumenti
per riappropriarsene.  

“Nella vita non avevo previsto di fare l’insegnante”. Comincia così il “diario” di Alex Corlazzoli, maestro di campagna e giornalista. “Ho scritto questo libro per raccontare la mia scuola, la scuola pubblica, dal mio punto di vista di insegnante precario, giornalista e cittadino”. Mentre attende -come ogni anno- una nuova cattedra, Corlazzoli racconta, con sconfinata passione, come resistere al degrado quotidiano e riappropriarci della “nostra” scuola.

La scuola italiana è al default. I locali sono obsoleti e cadenti, più della metà a rischio sismico, le classi sempre più numerose, gli insegnanti di sostegno insufficienti, il “corpo docente” con un’età media molto alta, le dotazioni informatiche ancora insufficienti, il sistema di valutazione discutibile, i programmi scolastici omologati, i genitori costretti a contribuire “volontariamente” per la mancanza della carta igienica o di quella per le fotocopie.

Questo libro raccoglie -a partire dall’esperienza personale del maestro Alex- dati e numeri, aneddoti e racconti di varia umanità e didattica: le storie delle scuole che “resistono” dalla Lombardia a Palermo, le domande ingenue ma attualissime come: “Maestro, perché dobbiamo fare il test degli Invalidi?”. Ma soprattutto descrive gli strumenti con i quali gli insegnanti e i genitori che non si arrendono possono provare a riappropriarsi della scuola: dagli organi collegiali, alle associazioni di base e familiari come ReteScuole, fino alla class action.
Con una rara intervista al Maestro Mario Lodi, autore -con i ragazzi della scuola di Vho di Piadena- di Cipì.
E un testo “profetico” di Piero Calamandrei.

Così Alex Corlazzoli chiude ogni giugno il suo anno scolastico: “Ragazzi, ora che la scuola è finita posso dirvi che spero di essere riuscito a fare lezione facendovi divertire. Vi chiedo scusa se ho sbagliato con qualcuno di voi, ma ogni persona è diversa dall’altra. Anche il maestro ha il suo carattere. Quando sarete grandi non ricorderete gli assiri e i babilonesi, ma non dimenticate mai quattro regole. Uno. Rompete sempre le scatole. Due. Non state zitti di fronte alle ingiustizie. Tre. Non siate mai indifferenti. Se passate di fronte a un uomo che chiede la carità, chiedetevi perché è lì? Quattro. Viaggiate”.

Scrive Maria Luisa Busi a chiosa del volume: “Questo è un grande libro. Alex Corlazzoli è il maestro che tutti vorremmo per i nostri figli e uno straordinario ‘scrittore di fatti’”.

In vendita in libreria, nelle botteghe del commercio equo e sul sito di Altreconomia, www.altreconomia.it

“Riprendiamoci la scuola. Diario d’un maestro di campagna”, di Alex Corlazzoli, 136 pagine, 8,00 euro

Alex Corlazzoli è giornalista, scrittore e maestro. Collabora con “Altreconomia” e altre riviste. Insegna nella scuola primaria nella frazione Bottaiano di Ricengo e a Salvirola, in provincia di Cremona.
--------------------------------------------------------------------------------
 
Il libro è disponibile per recensioni dalla metà di agosto.
Per interviste con l'autore e per ulteriori info:
Laura Anicio - Altreconomia tel. 02.89.91.98.90 - cell.: 340 8431832,
ufficiostampa@altreconomia.it - www.altreconomia.it
--------------------------------------------------------------------------------
Altreconomia è l’editore che dal 1999 racconta, con la rivista mensile e i suoi libri le iniziative più coraggiose di un’economia nuova e solidale, fondata sulle relazioni, il rispetto dell’ambiente e delle persone, la forza della società civile. Altreconomia è un caso unico d’informazione indipendente, senza finanziamenti pubblici e senza padroni. L’editore, il consorzio Altra Economia è infatti una cooperativa, formata da 496 soci, in gran parte lettori, persone e realtà vicine all’economia solidale. Una nuova chiave di lettura della realtà. La redazione è in Corso Lodi 47, a Milano Tel. 02.89.91.98.90 - fax 02.54.01.96.55 - http://www.altreconomia.it
 

3905 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria