Martedì, 15 giugno 2021 - ore 09.42

Anagrafe bovina nazionale

Disagi in Lombardia, sanatoria dopo segnalazioni Coldiretti

| Scritto da Redazione
Anagrafe bovina nazionale

Disagi in Lombardia per il passaggio dell’anagrafe bovina e bufalina dalla banca dati regionale a quella nazionale. Una situazione riscontrata e segnalata anche dai tecnici di Coldiretti Lombardia in contatto con i referenti regionali.

Lo scorso primo aprile – spiegano dal CAA Coldiretti Lombardia – si è completata la procedura di dismissione dell’anagrafe zootecnica regionale (BDR) con quella nazionale (BDN) per gli obblighi sulle registrazioni e movimentazioni degli animali delle specie bovina e bufalina. Un trasferimento che però sta ancora evidenziando delle difficoltà a causa di problematiche gestionali. Criticità che hanno portato anche all’impossibilità di effettuare, appunto, le registrazioni richieste entro le tempistiche previste. Una situazione che come CAA Coldiretti Lombardia abbiamo provveduto a certificare e segnalare ai referenti regionali.

Anche a fronte di queste segnalazioni Regione Lombardia ha comunicato ufficialmente che, ai fini dei controlli del sistema di identificazione e registrazione degli animali, saranno considerati sanati gli eventuali ritardi nella comunicazione e/o registrazione di eventi come nascite e movimentazioni avvenuti a partire dal 26 marzo 2021 e imputabili ai problemi emersi nella nuova gestione informatica.  Questo significa - spiegano i tecnici di Coldiretti Lombardia - che per l'azienda non ci saranno conseguenze sulla ammissibilità dei capi per il rispetto della condizionalità e quindi per i premi zootecnici.

I servizi veterinari – spiegano dal CAA di Coldiretti Lombardia – sono tenuti a valutare come conformi eventuali capi gravati da anomalie rilevate automaticamente dal sistema in caso di controllo sul rispetto dei tempi di identificazione e registrazione dei bovini. Questo fintanto che non sarà comunicata ufficialmente la risoluzione delle criticità riscontrate.

Il passaggio all’anagrafe zootecnica nazionale riguarderà nei prossimi mesi anche il settore ovicaprino e quello suinicolo.

157 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria