Venerdì, 30 ottobre 2020 - ore 00.32

AstraZeneca sospende test di fase 3: ''Reazione anomala su un partecipante''

Su tempi e natura della reazione non si sa nulla.

| Scritto da Redazione
AstraZeneca sospende test di fase 3: ''Reazione anomala su un partecipante''

I test clinici per il vaccino contro il coronavirus sviluppato dall'azienda farmaceutica AstraZeneca e dall'Università di Oxford sono stati sospesi a seguito di una "sospetta reazione avversa" di un partecipante. È accaduto nel Regno Unito. AstraZeneca cerca di limitare la portata della notizia parlando di una pausa "di routine" nel caso di "una malattia inspiegabile" ma il titolo del colosso farmaceutico va giù a Wall Street del 6%.

Dopo gli esiti incoraggianti dei test di fase 1 e fase 2 effettuati sul vaccino di Università di Oxford-AstraZeneca, i test di fase 3 sono l'ultimo delicato passaggio prima di poter considerare il vaccino efficace e sicuro. La battuta d'arresto ora allunga i tempi di sviluppo di uno dei vaccini che a livello mondiale era considerato tra i più promettenti

Sulla natura della reazione avversa, così come su quando si sia verificata, non si sa nulla. La fase 3, partita da alcune settimane, ha riguardato fin qui 30.000 persone sparse tra Regno Unito, Stati Uniti, Sud Africa e Brasile.

Un portavoce di AstraZeneca definisce lo stop come "un'azione di routine che si verifica ogni volta che c'è una potenziale reazione non spiegata in uno dei test", un'azione che permette di "indagare e assicurare allo stesso tempo il mantenimento dell'integrità del processo dei test". AstraZeneca, aggiunge il portavoce, sta "lavorando per accelerare la revisione del singolo evento per ridurre al minimo qualsiasi potenziale impatto sulla tempistica del processo". Il partecipante che ha manifestato la reazione inattesa dovrebbe comunque riprendersi.

151 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria