Venerdì, 24 maggio 2024 - ore 09.42

ATS VAL PADAVA LUOGHI DI LAVORO CHE PROMUOVONO SALUTE

LA FONDAZIONE TERESA CAMPLANI ADERISCE AL PROGRAMMA LUOGHI DI LAVORO CHE PROMUOVO SALUTE – RETE WHP LOMBARDIA

| Scritto da Redazione
ATS VAL PADAVA LUOGHI DI LAVORO CHE PROMUOVONO SALUTE

ATS VAL PADAVA LUOGHI DI LAVORO CHE PROMUOVONO SALUTE:

LA FONDAZIONE TERESA CAMPLANI ADERISCE AL PROGRAMMA LUOGHI DI LAVORO CHE PROMUOVO SALUTE – RETE WHP LOMBARDIA

La Fondazione Teresa Camplani, realtà sanitaria che opera sul territorio di ATS della Val Padana nell’ambito della cura, riabilitazione, assistenza e formazione attraverso le cliniche San Clemente a Mantova e Ancelle della Carità a Cremona, ha aderito al Programma Luoghi di lavoro che promuovono salute – Rete WHP Lombardia.

L’obiettivo prioritario del programma WHP – che coinvolge a livello locale diverse imprese pubbliche e private del territorio coinvolgendo circa 25.000 lavoratori e le rispettive famiglie - è quello di promuovere cambiamenti organizzativi nei luoghi di lavoro per renderli ambienti “favorevoli alla salute” attraverso l’adozione di scelte comportamentali consapevoli orientate alla salute e al benessere, concorrendo alla prevenzione e al contrasto delle malattie croniche e degenerative.

In particolare, la Fondazione Camplani intende coinvolgere 220 lavoratori in buone partiche di salute che saranno realizzate anche in sinergia con ATS per promuovere un’alimentazione salutare e una vita attiva, favorire iniziative di conciliazione vita-lavoro e contrastare sedentarietà, tabagismo, consumo a rischio di alcool e gioco d’azzardo.

In questo contesto, la direzione della Fondazione prevede di operare sulla definizione di policy - attraverso un adeguato percorso di condivisione e preparazione con le principali figure aziendali (Dirigenza, organizzazioni sindacali, ecc.) - favorendo iniziative di informazione e formazione rivolte ai lavoratori. Sul fronte dell’alimentazione, ad esempio, di concerto con i gestori/ristoratori, si elaboreranno proposte per garantire un “pasto sano fuori casa” attraverso la disponibilità di frutta e/o verdura fresca di stagione gratuita almeno a cadenza settimanale e la presenza di distributori di acqua gratuita, forno a microonde, frigorifero per la conservazione dei propri cibi.

Per favorire l’attività fisica, la Fondazione intende promuovere realizzare  interventi strutturali che prevedono iniziative per  stimolare l’utilizzo dei percorsi pedonali e delle ciclabili sicure, già presenti,   in prossimità dell’azienda e l'allestimento di spazi aziendali adeguati e accessibili a tutti i dipendenti per svolgere attività fisica (campo da gioco, palestra, etc); verrà inoltre valorizzata la figura del Mobility Manager per favorire l’uso del mezzo pubblico; saranno organizzati Gruppi di cammino aziendali e attivate convenzioni per abbonamenti a palestre, piscine nonché per l’acquisto di abbigliamento e attrezzature sportive. Inoltre, saranno implementate politiche di inclusione, reinserimento e supporto ai dipendenti con particolari fragilità e disabilità.

Infine, la Fondazione intende promuovere iniziative concordate con ATS per incrementare e facilitare l’adesione ai programmi di screening oncologico (colon-retto, mammella e cervice uterina) - e alle campagne vaccinali (es. antinfluenzale) da parte dei lavoratori in età target.

“Gli ambienti di lavoro sono contesti di grande interesse per la promozione della salute, in quanto rappresentano microcosmi in cui le persone passano la maggior parte del proprio tempo e, di fatto, i principali contesti di aggregazione degli adulti – dichiara Salvatore Mannino, Direttore Generale di ATS della Val Padana -. Il Programma WHP offre inoltre alla Fondazione Camplani una valida opportunità per valorizzare le competenze dei vari professionisti che già operano nelle sedi di Cremona e Mantova, avviando percorsi e programmi orientati ai reali bisogni dei dipendenti per diffondere, anche sul luogo di lavoro, la cultura di scelte di vita salutari e il benessere lavorativo”.

“Con la partecipazione al programma WHP – conclude Fabio Russo, Direttore Generale Fondazione Teresa Camplani -, la Fondazione mira a creare un ambiente di lavoro che ispiri uno stile di vita salutare, sia favorendo l’adozione di abitudini sane nei dipendenti, sia migliorando il contesto e gli spazi lavorativi. Attraverso numerose iniziative e interventi concreti che verranno realizzati su tutte e tre le Strutture della Fondazione (San Clemente a Mantova, Ancelle della Carità a Cremona e Domus Salutis a Brescia), ci impegniamo a promuovere un cambiamento nelle abitudini alimentari, nell’attività fisica e a contrastare fattori di rischio quali il tabagismo o lo scorretto consumo di alcool. Uno degli effetti sarà anche quello di una migliore conciliazione casa – lavoro. Una cultura aziendale di questo tipo potrà avere un impatto duraturo sulla prevenzione delle malattie croniche nei confronti dei dipendenti stessi e di conseguenza delle loro famiglie”.

 

 

237 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online