Mercoledì, 22 maggio 2019 - ore 04.52

“Ballo Anch’Io”: danza nel segno dell’inclusione a DiVersamente Uguali

Dopo il grande successo riscosso a Guardamiglio, i ballerini ciechi della scuola di danza “Ballo Anch’Io” si esibiranno a Palazzo Trecchi di Cremona venerdì 10 maggio alle ore 20:00

| Scritto da Redazione
“Ballo Anch’Io”: danza nel segno dell’inclusione a DiVersamente Uguali “Ballo Anch’Io”: danza nel segno dell’inclusione a DiVersamente Uguali

“Ballo Anch’Io” non si ferma. Dopo il grande successo riscosso domenica 5 maggio al bar “24 Hours” di Guardamiglio (LO), in occasione della serata dedicata alla danza latina al buio, la scuola di danza inclusiva voluta dalla sezione territoriale dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti, venerdì 10 maggio dalle ore 20, si esibirà a Palazzo Trecchi di Cremona, nell’ambito di “Diversamente Uguali”, il tradizionale festival dedicato allo sport e alla disabilità, organizzato dalla Cooperativa Sociale Agropolis, che terrà compagnia ai cremonesi da giovedì 9 a domenica 12 maggio.

«Attraverso tanti eventi differenti – spiega Alceste Bartoletti, vicepresidente di Agropolis – “Diversamente Uguali” vuole mantenere alta l’attenzione sul tema della disabilità, offrendo il proprio contributo al cambiamento culturale tanto richiesto». A Cremona, dunque, si parlerà di integrazione. Quella che si realizza, anzitutto, attraverso lo sport. «Parte degli eventi di “Diversamente Uguali” sono pensati per promuovere la pratica sportiva per persone con disabilità, perché non esiste mezzo migliore dello sport per conoscere i propri limiti, condividerli e superarli. Ma ancor di più, lo sport favorisce lo scambio reciproco di esperienze tra disabili e normodotati. Lo sport arricchisce davvero».

Ne daranno dimostrazione anche i ballerini cremaschi di “Ballo Anch’Io. «Siamo molto felici di accogliere a Cremona una realtà così bella, nella quale si realizza pienamente l’inclusione sociale» continua. «A Trescore Cremasco, infatti, i ballerini ciechi ballano insieme a ballerini normodotati, oltre la paura della differenza». La stessa che proverà ad abbattere anche la Campionessa Italiana di danza sportiva paralimpica, Chiara Pedroni, esibendosi sulla quattroruote a bordo della quale vive, a causa dell’endometriosi. Chiara danzerà poi anche in compagnia dei ballerini non vedenti per superare ogni limite, aggrappandosi alla passione che da anni la anima e la fa sentire viva.

Non resta che attendere venerdì per scoprire la meraviglia della danza. Al buio e su quattroruote. «Siamo davvero contenti di prendere parte a questa importante manifestazione che, proponendo ogni anno eventi interessanti ed innovativi, alimenta la cultura inclusiva, necessaria per cambiare prospettiva ed imparare ad apprezzare le abilità di tutti» commenta il coordinatore di “Ballo Anch’Io”, Davide Cantoni. «Inoltre – aggiunge – recentemente abbiamo conosciuto Chiara, con cui ci stiamo allenando. È stato un incontro prezioso che ci ha convinto ulteriormente dell’importanza di inseguire i propri sogni. Oltre ogni differenza. L’appuntamento condiviso di venerdì, durante il quale proveremo a contagiare tutti con la nostra passione per la danza, sarà solo il primo di una lunga serie».

 

160 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online