Martedì, 18 giugno 2019 - ore 23.04

Ballottaggi - L'appello di Franco Mirabelli (PD)

"Il Centrosinistra unito faccia una barriera forte contro la Lega che sta facendo danni al Paese"

| Scritto da Redazione
Ballottaggi - L'appello di Franco Mirabelli (PD)

Cormano (MI), 8 giugno 2019 – “Sono stato inchiodato al Senato perché ho seguito il lavoro sul decreto sblocca-cantieri e parto da qui perché credo che sia emblematico rispetto ai rischi che corriamo nel Paese ma anche a Cormano. Il decreto sblocca-cantieri è un provvedimento in cui la Lega ha cercato di riportarci indietro, di togliere tutte le tutele di legalità che erano state introdotte nel Codice degli Appalti, di riaprire gli spazi per la corruttela.

Quando penso a ciò che è successo in queste settimane e in questi mesi in Lombardia e a Legnano dove il sindaco leghista e amico di Salvini, nonostante sia agli arresti domiciliari, non si dimette sono molto preoccupato per la conduzione del Paese. Abbiamo un Ministro degli Interni che tende ad abbassare le garanzie di legalità, a difendere anche chi corrompe e recentemente ha anche spiegato che bisogna abolire il reato di abuso d’ufficio perché i sindaci sarebbero tutti per definizione onesti e nessuno può mettere in discussione il loro operato”.

Lo ha detto il senatore Franco Mirabelli, Vicepresidente del Gruppo PD al Senato, nel corso di un comizio in chiusura della campagna elettorale per il ballottaggio a Cormano, nel milanese.

“Tatiana Cocca è onesta e ha condotto la città di Cormano in maniera positiva, nell’interesse dei cittadini e con grande trasparenza. La Lega sta cercando di spiegare che la trasparenza non è più possibile. - ha proseguito Mirabelli - Vogliono farci tornare indietro. Ci vogliono far tornare indietro anche sui diritti civili e su molte cose che pensavamo che ormai fossero conquiste che non si sarebbero più potute mettere in discussione in questo Paese, come i valori dell’antifascismo, di libertà, di non violenza. Su molte questioni sta cambiando il clima: hanno soffiato sulle paure e nel nostro Paese la convivenza rischia di essere sempre più difficile. La rabbia nei prossimi mesi sarà molto più grande e dobbiamo impedire che la cavalchino loro perché sono quelli che stanno mettendo il Paese nelle condizioni di soffrire”.

162 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online