Venerdì, 21 giugno 2024 - ore 09.50

Brescia SGOMBERATA UNA PALAZZINA DI VIA PRIMO MAGGIO

Dopo il sequestro giudiziario e il dissequestro lo stabile è stato utilizzato come dormitorio

| Scritto da Redazione
Brescia SGOMBERATA UNA PALAZZINA DI VIA PRIMO MAGGIO

Brescia SGOMBERATA UNA PALAZZINA DI VIA PRIMO MAGGIO

 Questa mattina la Polizia Locale del Comune di Brescia ha provveduto allo sgombero di una palazzina situata in via Primo maggio, sede in passato di un ristorante molto frequentato dai residenti del quartiere e dotato di campi da bocce.

Dopo la chiusura dell'attività commerciale l’edificio è stato completamente abbandonato fino a quando, alcuni anni fa, è balzato agli onori della cronaca per il ritrovamento del corpo di una donna uccisa dal compagno e seppellita proprio negli ex campi da bocce.

Dopo il sequestro giudiziario e il dissequestro lo stabile è stato utilizzato come dormitorio, luogo di bivacco e di preparazione e spaccio di stupefacenti.

A fine 2022 sono partiti i primi provvedimenti, a carico della società proprietaria dell’immobile con sede a Roma, che hanno portato all'ordinanza contingibile urgente di sgombero eseguita oggi.

La proprietà ha incaricato una ditta che dovrà occuparsi della chiusura dei varchi abusivi a seguito della quale inizieranno le operazioni di bonifica, rese particolarmente complesse dalla presenza di rifiuti di ogni specie che hanno provocato il proliferare di ratti e blatte.

Nell’edificio sono stati rinvenuti 10 giacigli, tuttora utilizzati. Le persone trovate con documenti sono state identificate ed allontanate mentre gli altri sono stati portati al comando di Polizia Locale per le pratiche di espulsione.

 “Situazioni di degrado come queste sono inaccettabili per l’Amministrazione comunale e per i cittadini bresciani”, ha fatto sapere l’assessore alla Sicurezza e Polizia Locale Valter Muchetti. “Continueremo a tenere alta la guardia e ad agire prontamente imponendo, se necessario, ai privati di intervenire per garantire una convivenza civile nel pieno rispetto delle regole”.

482 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online