Venerdì, 24 novembre 2017 - ore 21.23

Busto Arsizio - Arrestato trentenne per resistenza a pubblico ufficiale

Aggredisce la ex e minaccia gli agenti accorsi in aiuto della vittima

| Scritto da Redazione
Busto Arsizio - Arrestato trentenne per resistenza a pubblico ufficiale

Aggredisce la ex e minaccia gli agenti accorsi in aiuto della vittima: un trentenne italiano residente in città è stato arrestato per la seconda volta in pochi giorni dalla Volante del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio. Ieri pomeriggio la pattuglia è intervenuta nel negozio in cui la donna lavora poiché il trentenne, che non si rassegnava alla separazione, si era presentato in condizioni precarie, probabilmente dovute all’abuso di alcool, e rivolgeva alla donna minacce di morte alternate a frasi d’amore.  La scena non è sfuggita ad alcuni passanti che, preoccupati dallo stato di forte agitazione dell’uomo e dall’impotenza della donna che pressata dall’ex non riusciva a chiamare i soccorsi, hanno contattato la sala radio del Commissariato. I poliziotti, che avevano arrestato il trentenne già lo scorso 9 gennaio in analoghe circostanze, hanno tentato di calmarlo ma vista la sua furia incontrollabile hanno deciso di condurlo in ufficio per allontanarlo dal bersaglio delle sue “attenzioni”. Anche in via Ugo Foscolo tuttavia l’uomo non si è tranquillizzato ma anzi ha rivolto anche ai poliziotti minacce di morte, divincolandosi e scalciando per non essere perquisito e scagliandosi contro porte e arredi. Per lui sono scattate le manette per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. 

402 visite

Articoli della stessa categoria

Esecuzione di due provvedimenti di allontanamento dalla casa famigliare e divieto di avvicinamento

Esecuzione di due provvedimenti di allontanamento dalla casa famigliare e divieto di avvicinamento

Nei giorni scorsi, personale della Polizia di Stato della Squadra Mobile, Sezione Reati contro la persona, della Questura di Varese ha proceduto all'esecuzione di due provvedimenti di allontanamento dalla casa famigliare e divieto di avvicinamento. Il primo caso riguarda un uomo di 45 anni residente nel capoluogo. Le indagini hanno avuto inizio nel febbraio di quest'anno, dopo che...