Venerdì, 21 gennaio 2022 - ore 15.01

Calvatone Riunione soci GAL Oglio Po

I dati e le cifre di questo buon risultato sono stati resi noti lo scorso 5 agosto durante la consueta riunione dei soci.

| Scritto da Redazione
Calvatone Riunione soci GAL Oglio Po Calvatone Riunione soci GAL Oglio Po

Calvatone Riunione soci GAL Oglio Po

PSL 2014-2020: obiettivi superati a pieni voti per il GAL Oglio Po Il Piano di Sviluppo Locale 2014-2020 si è da poco concluso con un grande successo per il GAL Oglio Po che ha distribuito tutti i fondi a disposizione.

Ed è già al lavoro per il prossimo PSL 2023-2027. Era il novembre 2017 quando Regione Lombardia approvava il Piano di Sviluppo Locale proposto dal GAL Oglio Po.

Da allora quest’ultimo ha distribuito circa €4.900.000 di contributi, ovvero la totalità dei fondi che gli erano stati assegnati, anzi, più del previsto, con il cosiddetto “overbooking”. Un completo successo se si pensa che in Lombardia solo un altro GAL ha centrato entrambi gli obiettivi.

Ne hanno beneficiato enti, associazioni, fondazioni, ma anche singole imprese e consorzi. Un grandissimo lavoro fatto di ascolto del territorio, analisi, pianificazione e gestione di un piccolo tesoro, essenziale per la realizzazione di 91 progetti che altrimenti difficilmente avrebbero visto la luce.

I dati e le cifre di questo buon risultato sono stati resi noti lo scorso 5 agosto durante la consueta riunione dei soci. Il Direttore Giusy Botti ha snocciolato numeri e illustrato i grafici che hanno descritto tutti gli importanti traguardi.

 “Regione Lombardia ci aveva assegnato un budget”, racconta il Presidente Domenico Maschi, “ma quando abbiamo dimostrato di avere tanti progetti solidi e ben strutturati, ci ha consentito di andare oltre il previsto. Siamo tra i pochi GAL lombardi che hanno utilizzato tutti i fondi a disposizione e con progetti in overbooking alla data del 31 marzo, cioè idonei ad ottenere un contributo, ma in attesa di eventuali nuove ricollocazioni di budget.”

 I progetti sostenuti dal GAL Oglio Po sono stati segnati da un forte impegno verso i servizi essenziali per la popolazione (circa €1.800.000, il 36% del totale) e da una spinta green al rinnovo e alla valorizzazione del territorio. In particolare, oltre €1.300.000 (27%) sono andati alla mobilità dolce, €250.000 (5%) per le fonti energetiche rinnovabili e la rinaturalizzazione del territorio.

Leggi tutto il comunicato

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

279 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online