Martedì, 22 settembre 2020 - ore 03.02

CODACONS SORESINA e CASALMAGGIORE : MAXI SEQUESTRO MASCHERINE E GUANTI

CODACONS: PROSEGUE IL “BUSINESS DEL DOLORE”. CONTROLLATE SEMPRE LA PRESENZA DELLE INDICAZIONI IN ITALIANO E DENUNCIATE SENZA INDUGIO LE FRODI COMMERCIALI!

| Scritto da Redazione
CODACONS SORESINA e CASALMAGGIORE : MAXI SEQUESTRO MASCHERINE E  GUANTI

CODACONS SORESINA e CASALMAGGIORE : MAXI SEQUESTRO DELLA GUARDIA DI FINANZA. 10MILA MASCHERINE E 18MILA GUANTI MONOUSO NON A NORMA.

CODACONS: PROSEGUE IL “BUSINESS DEL DOLORE”. CONTROLLATE SEMPRE LA PRESENZA DELLE INDICAZIONI IN ITALIANO E DENUNCIATE SENZA INDUGIO LE FRODI COMMERCIALI!

Cremona: La notizia è fresca. Stamane, 10mila mascherina e 18mila guanti in lattice sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza del Comando Provinciale Cremona sul territorio cremonese, e in particolare, presso una catena di grande distribuzione di Cremona, presso un commerciante all’ingrosso di Casalmaggiore e presso un’altra catena di supermercati a Soresina. Questo il bilancio di una serie di controlli sulle violazioni alle norme previste dal Codice del Consumo.

In particolare, a Cremona sono stati sequestrati 18.000 guanti, asseritamente in lattice, privi di ogni indicazione in lingua italiana sui materiali utilizzati per la produzione e sulle possibili allergie e intolleranze che tali materiali potrebbero sviluppare in soggetti sensibili.

A Soresina invece, i finanzieri della Tenenza di Crema hanno sequestrato 1.250 mascherine generiche, che non riportavano informazioni in lingua italiana sulle materie prime utilizzate e sul fatto che tali prodotti non garantissero la protezione delle vie respiratorie in quanto non utilizzabili come dispositivi di medici o di prevenzione individuale.

 A Casalmaggiore, presso un commerciante all’ingrosso di materiali per ferramenta che le aveva importate direttamente dalla Cina, sono state sequestrate, perché pronte per la commercializzazione, 9.000 mascherine generiche, anch’esse prive di ogni informazione in lingua italiana, ma anche prive delle avvertenze sul fatto che non erano in grado di garantire in alcun modo la protezione delle vie respiratorie in quanto non utilizzabili come dispositivi medici o di prevenzione individuale. I prodotti sono stati sottoposti a sequestro amministrativo ed è stata avvisata la Camera di Commercio di Cremona, che si occuperà di comminare le sanzioni amministrative.

3771 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online